Adriano Celentano contro la Rai: “Solo bugie sui miei concerti a Verona, ecco come sono andate le trattative con Mediaset”

By on giugno 20, 2012
foto del cantante adriano celentano

text-align: center”>foto del cantante adriano celentano

Dopo le accuse pervenute nei giorni scorsi, arriva pronta la polemica risposta di Adriano Celentano nei confronti della Rai a proposito dei suoi concerti all’Arena di Verona. Stavolta attraverso una lettera inviata al quotidiano La Repubblica nella persona del direttore Ezio Mauro, il quale non ha esitato a pubblicarla addirittura oggi in prima pagina. Il Molleggiato ha spiegato che l’idea di esibirsi sul palcoscenico veronese doveva essere coadiuvata da una diretta televisiva in modo da poter accontentare tutti i fan, anche quelli che non avrebbero potuto prendervi parte direttamente. Anche perchè sono ben diciotto anni che Celentano non fa concerti e tour. Durante l’incontro di Asiago con sua moglie Claudia Mori, Gianni Morandi e Gianmarco Mazzidirettore artistico del Festival di SanremoCelentano avrebbe specificato la “clausola” che a questo punto sarebbe passata direttamente nelle mani della Rai. Quando la Mori ha chiamato Giancarlo Leone, vicedirettore generale della Rai, spiegandogli la situazione, questi avrebbe risposto positivamente sottolineando che l’evento era troppo importante per non mandarlo in tv. Leone ha anche specificato che quello che è accaduto a Sanremo quest’anno non avrebbe influenzato il no della Rai sulla diretta. Nella lettera di Celentano viene esposta tutta la telefonata con tanto di appuntamento per decidere l’organizzazione. Dopo otto giorni, però, anche su “sollecito” di Morandi e Mazzi, Celentano e la Mori hanno deciso di richiamare Leone per sapere qualche novità.

foto-adriano-celentano-e-claudia-mori

La risposta arrivata al telefono dal vicedirettore della Rai, secondo il Molleggiato, sarebbe stata inopportuna: “Purtroppo devo dirle che la Rai si trova in un momento assai critico. La situazione che stiamo attraversando è tale che non saremmo neanche in grado di pagarvi i diritti. Quando la Mori ha annunciato la possibilità di rinunciare ai diritti invitando la Rai a pagare soltanto il costo delle telecamere per riprendere l’evento, Leone avrebbe risposto che l’azienda di piazza Mazzini non si può permettere neanche quello, lasciando la Mori di stucco. Leone si sarebbe giustificato sostenendo che la colpa non è di nessuno. Nella sua lettera Celentano prosegue raccontando che a quel punto avrebbe rinunciato ai due concerti che non avrebbero avuto senso laddove non sarebbero stati parte di un tour completo. Il cantante, oltretutto, ammette che la decisione della Rai lo aveva sollevato da un impegno quanto mai faticoso. A questo punto, però, la vicenda non è affatto conclusa. Celentano riceve infatti tramite Mazzi e Lucio Presta, una proposta da Mediaset tramite il portavoce Alessandro Salem: “Qualunque cosa decidesse Celentano noi siamo pronti a incontrarlo anche di notte. Basta che lui ci faccia un fischio”. In 48 ore, conclude Celentano, l’accordo è stato chiuso.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *