Amici 11, Gerardo Pulli, il ritratto di Di Più: “E’ destinato all successo”

By on giugno 12, 2012
Gerardo Pulli, cantante

text-align: center”>Gerardo Pulli, cantante

Gerardo Pulli è destinato ad una carriera da grandissimo. E’ questa l’opinione di Di Più, famoso settimanale di gossip e televisione. D’altronde non è necessario il servizio di questo magazine per intuire la strada che il pupillo della De Filippi percorrerà. Bastano i numeri e le evidenze di queste settimane.

Gerardo Pulli ha vinto nemmeno un mese fa Amici 11, girone ‘Allievi’. Da allora, sono successe molte cose. Una di queste è la pubblicazione del suo primo album, “Gerardo”. Pubblicazione i cui tempi hanno dell’incredibile. Il ragazzo, infatti, oltre a essere cantante è anche autore: a fine programma (anzi, addirittura prima che iniziasse) aveva giù una decina di canzone giù belle che editate, pronte per essere trasformate in Cd. Evidentemente, sono piaciute al pubblico. Certo, in questo caso non si può mai sapere: le vendite scaturiscono dalla reale qualità dei brani o sono solo un riflesso dell’immensa popolarità acquisita durante le puntate di Amici? E’ un mistero, ma in fondo è anche uno degli effetti collaterale che comportano i talent show. Fatto sta che Gerardo Pulli è in testa – tanto per citare uno dei tanti risultati positivi di questi giorni – su iTunes, davanti a gente del calibro di Tiziano Ferro e dei Modà.

Gerardo Pulli

Il tono del servizio di Di Più è persino da elegia. Non sarà troppo per un ragazzo che, visti anche i suoi 20 anni, è ancora agli albori della sua carriera? Ad ogni modo sul magazine si legge: “Gerardo Pulli farà carriera molto velocemente, se continua così. C’era da aspettarselo, viste le qualità del cantante”. Il vincitore di Amici 11 è dunque sulla cresta dell’onda, va in centro e dispensa autografi come un vip consumato. E pensare che, in una recente intervista, aveva dichiarato di avere una bassa autostima e di essere stato, da ragazzino uno sfigato, solo e senza amici (Clicca qui per i particolari).

About Giuseppe Briganti

One Comment

  1. ALBERTO

    giugno 17, 2012 at 16:08

    è solo un fuoco di paglia che si sta spegnendo rapidamente; questa volta non basteranno nè raccomandazioni nè critici musicali prezzolati per un finto cantante che non ha nessun talento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *