Cala il sipario su Gossip Girl, Serena e Blair felici di andare: “Non vedevamo l’ora”

By on giugno 8, 2012
serena e blair addio a gossip girl

text-align: justify”>serena e blair addio a gossip girlMentre su Italia Uno, dopo tante conferme e smentite, arrivano gli episodi in prima tv (da Lunedì alle 15), dall’altra parte dell’oceano su Gossip Girl sta per calare il sipario. La serie cult di The CW sbarcherà sugli schermi con la sua sesta e ultima stagione e mentre tra i fan serpeggia già quella malinconia dell’addio, tra le file del cast il sentimento predominante sembra essere il sollievo. A dichiararlo sono proprio le due protagoniste, Blake Lively (Serena Van Der Woodsen) e Leighton Meester (Blair Waldorf), durante alcune interviste rilasciate alla rivista Bullet e al sito Zap2it.

“Come attrice che recita in una sorta di caricatura di me stessa nella serie, non penso che suggerirei di guardare Gossip Girl per scoprire il mio talento” afferma la bionda Blake. “Sarà fantastico cambiare e fare qualcosa di differente. Recitare per sei anni lo stesso personaggio è bello ma fare cose diverse è decisamente più eccitante” continua la mora Leighton.

Ci risiamo, ancora una volta eccoci davanti ad attori e attrici prigionieri del loro personaggio. Ruoli estenuanti che portano ad odiare la stessa serie e a benedire l’ultimo ciak. E dire che sia Blake che Leighton, in questi anni, di cose ne hanno fatte, mica solo Upper East Side…

blake-lively-in-lanterna-verde

Blake Lively si è ampiamente dedicata al cinema. È apparsa nel colossal Marvel “Lanterna Verde” del 2011 ma anche in “The town” di Ben Affleck, “New York I Love You”, “Hick” e “Le belve” di Oliver Stone. Ancora più ricco il curriculum della bella Blair che, tra un ciak e l’altro di Gossip Girl, ha avuto il tempo di girare “Notte folle a Manhattan”, “Amore a mille”, “Country Strong”, “Monte Carlo”, “The orange”, “Indovina perché ti odio” e perfino di incidere un album (“Love is a drug”).

Intanto si apprende che l’ultima serie di Gossip Girl sarà decisamente più breve rispetto ai 20-24 episodi delle precedenti stagioni. Quando si dice avere fretta di finire…

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *