Euro 2012: Balotelli dedica i gol a sua madre, entusiasmo di tutti gli Azzurri

By on giugno 29, 2012
foto italia germania euro 2012

text-align: center”>foto italia germania euro 2012

E’ un’Italia stellare quella che ha vinto ieri sera contro la formazione tedesca con il risultato di 2 a 1 in questi Europei 2012. Un’Italia che forse nessuno si sarebbe aspettato alla vigilia della partita. Tutti, infatti, o quasi, davano per favorita la Germania, più solida, più forte, più capace di dare prova di un calcio concreto e stabile. Ma ieri sera la macchina tedesca in qualche modo è sembrata essersi inceppata, soprattutto nel primo tempo, quando la squadra azzurra ha preso subito il sopravvento lasciando poche occasioni agli avversari per andare al gol. Nel secondo tempo, invece, la Germania si è risvegliata mettendo in mostra la qualità del suo gioco e a tratti quella dei suoi giocatori, che nei minuti finali, dopo il rigore andato a segno, hanno fatto tremare tutti gli italiani. Alla fine, però, è proprio l’Italia ad andare in finale contro la Spagna. Il giorno dopo tante sono le dichiarazioni di entusiasmo degli Azzurri.

Il primo a parlare è naturalmente Mario Balotelli, autore della doppietta che ci ha permesso di vincere. Il criticato attaccante del Manchester City ha dedicato i suoi gol alla mamma, che è corso ad abbracciare al termine della partita. “In finale verrà anche mio papà, e allora dovrò farne quattro. Naturalmente i tifosi ci sperano. Nelle sue dichiarazioni ha poi ringraziato Cassano e Montolivo per gli assist forniti, e finalmente l’abbiamo visto sorridere in campo in piena esultanza. Sul piccolo giallo della sostituzione Balotelli ha spiegato che nonostante i crampi avrebbe voluto restare in campo. L’ultimo pensiero va alla Spagna. Per l’attaccante è necessario fare attenzione al loro palleggio.

foto-abbracci-italia-germania-euro-2012

Non potrebbe essere più felice il ct Cesare Prandelli, che ha parlato di una partita straordinaria e di una Italia che in campo ha fatto esattamente ciò che era necessario per mettere in difficoltà la Germania. Ha poi giustificato le occasioni mancate per il 3 a 0 sottolineando la stanchezza dei suoi giocatori che hanno comunque dimostrato l’attaccamento alla maglia e grande concretezza. Su Balotelli, infine: “La carriera di Mario è appena iniziata”.

Un Gianluigi Buffon uscito dal campo a muso lungo, invece, ha sottolineato il suo malcontento per aver sofferto così tanto nei minuti finali. Se la Germania avesse pareggiato, ha detto, avrebbero vinto nei supplementari. Per il portiere dell’Italia parliamo di una manifestazione importante, quella degli Europei, e non ci si può permettere di non segnare quando ci sono le occasioni giuste. Chi ha più esperienza in questa squadra deve fare il rompiscatole, ha aggiunto. “Potevamo vincere in maniera più larga però sullo 0-0 siamo stati fortunati su qualche rimpallo”.

Per Claudio Marchisio, centrocampista della squadra azzurra, alla fine quel che conta è il risultato finale e la possibilità di giocarsi tutto contro la Spagna. Il calciatore ha sostenuto che nonostante i gol mangiati sono stati bravi a resistere al forcing tedesco. Il suo pensiero va ai tifosi, soprattutto in questo momento di grande crisi per il Paese.

Anche Riccardo Montolivo ha detto la sua su Italia-Germania: il centrocampista ha parlato di un grandissimo primo tempo e ha esaltato le azioni che hanno mandato in gol Balotelli. Uno degli assist, effettivamente, è stato proprio il suo. Per Montolivo la Spagna forse è favorita per la vittoria finale, ma nel complesso sarà una partita equilibrata.

Il difensore Giorgio Chiellini ha dichiarato che dieci giorni fa conquistare la finale era forse un sogno. L’importante è stato credere nelle proprie capacità e avere l’atteggiamento giusto per vincere. Ora bisogna concentrarsi sulla Spagna.

“Abbiamo ancora un’altra partita, assolutamente da vincere”, ha detto invece Federico Balzaretti. Per questo ha fatto appello alla massima concentrazione per la partita di domenica. Sul rigore è rimasto perplesso, ma alla fine che ci fosse o meno non ha più importanza.

A concludere le dichiarazioni Andrea Barzagli, secondo il quale l’Italia è stata davvero grande, nonostante la forza degli avversari.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *