Euro 2012: E’ toto-Balotelli, Prandelli lo sgrida

By on giugno 16, 2012
Mario Balotelli

text-align: center”>Mario Balotelli

Mario Balotelli non ha giocato fin ad ora un buon Europeo. Il suo Euro 2012 è stato sì caratterizzato da molto impegno e tanta corsa ma anche da una concentrazione al di sotto delle aspettative e da una certa timidezza in zona gol (clicca qui per leggere una riflessione).

Il ‘popolo’, a questo punto, chiede a gran voce l’esclusione di Mario Balotelli. Il timore è che questo non sia un giudizio puramente tecnico, ma di simpatia. L’attaccante del Manchester City è un maestro nel rendersi antipatico con il suo comportamento spesso insensato e ribelle. Di Natale, invece, suo massimo rivale per una maglia da titolare, è apprezzato dal pubblico per la sua umiltà e professionalità.

Cesare Prandelli, fino a questo punto, ha avuto le idee chiare: Balotelli in campo fin dal primo minuto.  La fiducia del tecnico nei confronti del giovane è sembrata nei giorni scorsi incrollabile ma ieri c’è stato un camibio di rotta. Prandelli ha sgridato Balotelli. Lo ha fatto in sede ufficiale, in conferenza stampa. Insomma, la critica a Balotelli ha assunto i contorni della bocciatura. I sostenitori di Antonio Di Natale possono gioire? Non proprio. Se si interpretano bene le parole di Prandelli emergono evidenze diverse.

Mario Balotelli

Cesare Prandelli ha sì sgridato Balotelli: “Se vuoi rimanere in campo devi o darmi profondità o tenere palla. Se vogliamo bene a questo ragazzo dobbiamo dirgli queste cose”. Ma poi ha proseguito: “Mario mi sta a cuore, ma deve dare di più, molto di più”. Ed è ovvio che per dare di più un giocatore deve stare in campo.

Mario Balotelli sarà dunque in campo contro l’Irlanda? Sembrerebbe di sì. La squadra di Trapattoni è inoltre molto fisica, e Balotelli ha nella forza uno dei pregi indiscutibili.

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *