Euro 2012: Francia – Inghilterra 1 a 1, le squadre deludono, partita noiosa

By on giugno 11, 2012
Foto di Lescott, Inghilterra Euro 2012

text-align: justify”>Foto di Lescott, Inghilterra Euro 2012Finisce con un pareggio la prima partita del girone D dei campionati europei di calcio 2012. Francia e Inghilterra non si fanno del male guadagnando un punto a testa in una partita che avrebbe dovuto regalare tante emozioni e che invece si è rivelata noiosa. Da due nazionali come queste ci si aspettava un grande spettacolo, invece Francia e Inghilterra non riescono a giocare bene condizionate, forse, dalla paura di perdere e di complicare la propria situazione in questo europeo. Ecco allora il riassunto della partita che ha regalato solo due emozioni in occasione dei due gol che hanno determinato il risultato finale:

Primo tempo – Il primo tempo parte con le squadre molto lente che non sembrano voler partire aggressive e portarsi subito in vantaggio. Si studiano per i primi minuti e nessuna delle due nazioni rischia. La partita però sembra non cambiare con il passare dei minuti e dopo ben venti minuti di gioco non si registra nessuna emozione. Poche occasioni per entrambe le squadre che sembra giochini per il pareggio e non per la vittoria finale. Il match si sblocca dopo mezz’ ora di gioco a causa di un fallo di Evra(Francia) su Milner(Inghilterra). La punizione viene battuta da Gerrard e Lescott sul traversone riesce a colpire la palla di testa e a metterla in rete. L’ Inghilterra così passa in vantaggio, ma la Francia non ha una reazione decisa e aggressiva, la partita continua sugli stessi ritmi visti prima del gol. Dopo 8′ minuti arriva il pareggio dei francesi: Nasri tira da fuori area sorprendendo tutti, una difesa inglese poco attenta e il portiere che non riesce ad arrivare sul pallone determinano l’ 1 a 1. Ultimi minuti del secondo tempo con un’ occasione per Benzema parata dal portiere inglese Hart.

benzema-francia-euro-2012

Secondo tempo – Chi si aspettava un secondo tempo con le squadre più decise a dare una bella impronta alla partita rimarrà deluso. Anche la seconda frazione di gioco prosegue sugli stessi ritmi della prima, con le squadre che non vogliono rischiare di perdere. La Francia riesce ad avere alcune occasioni, ma complici gli errori dei francesi stesso e le parate del portiere inglese, la palla non riesce ad andare in porta. Arrivano poi le sostituzioni per cercare di dare una spinta alla nazionale inglese: Oxlade-Chamberlain lascia il posto a Defoe, Parker a Henderson e Welbeck a Walcott. I loro ingressi però si rivelano inutili per l’ Inghilterra che continua a giocare come visto per tutto il resto della partita. Anche la Francia decide di usufruire di due sostituzioni: Malouda lascia il posto a Martin, Cabaye a Ben Arfa. Gli ultimi minuti della partita trascorrono tranquilli fino ad un’ ultima occasione per Benzema, parata dal portiere Hart.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *