Euro 2012: Francia-Inghilterra, le probabili formazioni

By on giugno 11, 2012
La Nazionale inglese

text-align: center”>La Nazionale inglese

I gironi di Euro 2012 sono crudeli. L’aggettivo giusto sarebbe ‘squilibrati’, ma tant’è: il girone A è privo di squadre forti, il girone B ne è pieno zeppo. I gironi C e D, invece, sono più proporzionati (due forti e due medio-scarse). Le grandi sfide, anche alla prima giornata, quindi non mancano. Oggi, per fare un esempio, è in programma Francia-Inghilterra, che potrebbe essere benissimo una finale (ma che è invece la prima giornata del girone D).

La Francia arriva da un tentativo, per ora abbastanza riuscito, di rifondazione. C’è da riscattare la pessima figura ai mondiali del 2010. Il Ct Blanc ha portato giocatori nuovi, insieme a pochi senatori e qualche volto sì giovane ma comunque affermato. Fa comunque molto paura la generazione dell’87, coacervo di fenomeni: Benzema, Nasri, Debouchy e altri.

Diverso anche il modulo. Il macchinoso 4-2-3-1 di Domenech (l’allenatore del 2010) ha ceduto il posto ad un più flessibile 4-3-3. Blanc riproporrà comunque una versione meno offensiva del celebre modulo, considerato che gli esterni d’attacco sono in verità dei centrocampisti.

Ecco l’undici che affronterà l’Inghilterra: Lloris; Debouchy, Mexes, Rami, Evra; Diarra, Cabaye, Malouda; Ribery, Benzema, Nasri.

Nazionale Francese

La storia dell’Inghilterra è un po’ diversa. Ha realizzato il suo percorso alle qualificazioni inanellando buone prestazioni, ma con un allenatore diverso: Fabio Capello. Il coach italiano ha però abbandonato negli ultimi mesi per questioni extra calcistiche, e quindi la guida tecnica della nazionale è stata affidata a Roy Hodgson. Il vero problema per l’Inghilterra sono le assenze importanti. Lampard si è infortunato, Rooney è stato squalificato per due partite. Cahill, infine, si è fatto male negli allenamenti di preparazione.

Ad ogni modo, l’Inghilterra si presenterà con il più classico dei 4-4-2: Joe Hart; Johnson, Lescott, Terry, A. Cole; Milner, Parker, Gerrard, Downing; Young, Welbeck. Le due formazioni sono abbastanza certe, a differenza di ieri.

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *