Euro 2012: Il fantasma Francia si pone davanti gli Azzurri. Anche Inghilterra e Ucraina a insidiare l’Italia.

By on giugno 19, 2012
balotelli italia euro 2012

text-align: justify”>balotelli italia euro 2012Passata la paura di biscotti vari e smaltita l’euforia da passaggio turno, tornano concentrazione e tensione in casa Azzurri. Quella che si appresta a cominciare è una delle fasi più delicate del torneo. Niente sconti, niente pareggi che tanto ci piacciono. I quarti di finali non permettono “partite equilibrate”: o si vince o si perde. “Arrivati a questo punto, con gli avversari che ci si prospettano davanti, ci può anche stare di uscire” ha affermato ieri – durante un’intervista post partita – uno stremato Gigi Buffon. Ma la fatica e l’euforia fanno brutti scherzi, o almeno questo ci vogliamo augurare. Perché se Buffon non ci crede fino in fondo, il resto dei tifosi italiani decisamente si. 2 a 0 e palla al centro. Il centro sarà quello dello stadio di Kiev dove, domenica prossima, alle 20.45, l’Italia dovrà vedersela con la prima classificata del girone D. Il menù prevede Francia, Inghilterra e Ucraina, un trittico decisamente pesante, da indigestione oserei dire.

Nel girone D i giochi sono ancora aperti. Se la Svezia è già matematicamente eliminata, le altre tre squadre lottano per il passaggio ai quarti. Da una parte l’Inghilterra, già favoritissima con i suoi 4 punti, avrebbe bisogno anche di un solo pareggio per passare. Ma gli inglesi, lo sappiamo bene, non intendono accontentarsi e puntano alla vittoria. Se così fosse, se l’Inghilterra dovesse spuntarla contro l’Ucraina, sarebbe il nostro prossimo avversario. Dall’altra parte c’è la motivatissima Ucraina, acclamata dal tifo di casa. 3 i punti in classifica e una vittoria d’obbligo per passare il turno e conquistare persino la vetta del girone. Ginocchia malconce per due giocatori di entrambe le squadra. Andriy Shevchenko non si è allenato a causa di un gonfiore al ginocchio con articolazione compromessa e annesso liquido da drenare. In casa Inghilterra a rischiare è Theo Walcott, alle prese con un problema al tendine rotuleo.

Par7150556

Ma tra le due litiganti, a godere, potrebbe essere proprio la Francia. I nostri cugini d’oltralpe, con il fantasma di Zidane ancora bello vivido, potrebbero offrire agli azzurri quel plus di rabbia positiva e competizione agonistica che non guasterebbe. Il “rischio” è decisamente concreto. Con i suoi 4 punti in classifica, i francesi possono addirittura permettersi di perdere con un gol di scarto per passare comunque ai quarti. L’incontro sarà allo stadio Olimpico di Kiev contro una già sconfitta Svezia.

Francia, Inghilterra o Ucraina. Voi chi vorreste vedere contro?

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *