Euro 2012: il percorso dell’ Italia, dal pareggio con la Spagna alla vittoria con la Germania

By on giugno 30, 2012
Foto formazione Italia Euro 2012

text-align: justify”>Foto formazione Italia Euro 2012L’ Italia ce l’ ha fatta, dopo un percorso tortuoso è riuscita ad arrivare alla finale di questo campionato europeo di calcio 2012. Ripercorriamo prima di assistere alla finale di domani sera tutto il percorso dell’ Italia in questo campionato.

Spagna – Italia: La nostra nazionale al primo appuntamento ufficiale doveva affrontare subito un enorme ostacolo rappresentato dai campioni europei e mondiali in carica della Spagna. La squadra allenata da Prandelli ha giocato piuttosto bene portandosi anche in vantaggio nel corso della partita. Gli spagnoli hanno subito recuperato lo svantaggio, ma non sono riusciti ad essere così incisivi da portarsi a casa la vittoria. Gli azzurri hanno convinto sotto diversi punti di vista, l’ unica cosa che non è stata apprezzata è la poca resistenza dei giocatori che dopo 60 minuti di gioco hanno accusato troppa stanchezza.

Italia – Croazia: La seconda partita della nostra nazionale era già importante, serviva infatti una vittoria per essere tranquilli di passare ai quarti di finale. La nostra nazionale ci ha provato e si è portata in vantaggio con un bel gol dalla punizione di Pirlo. Il primo tempo della partita si chiude con l’ Italia in vantaggio che ancora una volta convince pienamente. Nel secondo tempo si ripresentano gli stessi problemi avuti nella partita contro la Spagna, la squadra non ha resistenza nel gioco e si fa rimontare il vantaggio. La partita finisce con un pareggio che complica così il passaggio ai quarti di finale.

balotelli-contro-corluka-italia-croazia-euro-2012

Italia – Irlanda: Questa partita con l’ Irlanda già eliminata era decisiva per il passaggio ai quarti di finale. Bisognava sperare però che Spagna e Croazia non facessere il temutissimo biscotto che avrebbe condannato gli azzurri in ogni caso. La partita con l’ Irlanda è stata molto buona e ha mostrato un’ Italia in crescita sotto tanti aspetti. Due gol che ci hanno messo al sicuro, anche se bisognava tenere il fiato sospeso fino alla fine dell’ altra partita del girone, finita poi con la vittoria della Spagna. E’ fatta, l’ Italia può andare ai quarti e affrontare l’ Inghilterra.

Inghilterra – Italia: Il quarto di finale dell’ Italia è stato praticamente perfetto. Una partita dominata dall’ inizio alla fine con l’ Inghilterra spenta che non è riuscita a contrastare e ad impensierire l’ Italia. E’ mancato solo il gol e si è dovuti andare ai tempi supplementari. Anche qui gli azzurri hanno dominato il campo, facendo soffrire l’ Inghilterra per altri trenta minuti. Si è dovuti andare ai calci di rigore per stabilire la squadra semifinalista. Qui un grande Buffon parando un rigore è riuscito a farci andare avanti, nonostante l’ errore di Montolivo dal dischetto. Da segnalare il cucchiaio di Pirlo proprio dal dischetto che ha fatto letteralmente impazzire i tifosi italiani.

Germania – Italia: E infine l’ ultima partita prima della finale, una delle sfide più sentite da sempre per la nostra nazionale. La Germania faceva paura e arrivava in questa partita come l’ unica imbattuta del torneo. L’ Italia però ha tirato fuori le unghia e anche in questo caso ha dominato la partita, poi sono arrivati due gol di Balotelli che ci hanno permesso di gestire bene il vantaggio. L’ unica pecca è la sofferenza degli ultimi minuti, con un rigore per la Germania che poteva riaprire tutto. Fiato sospeso fino al triplice fischio dell’ arbitro che ci ha portati dritti in finale dove ci scontreremo nuovamente con la Spagna, che non fa poi più tanta paura.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *