Euro 2012, Italia – Inghilterra: Schevchenko tifa azzurri e offre i suoi consigli

By on giugno 23, 2012
Shevchenko tifa italia

text-align: justify”>Shevchenko tifa italiaSarà che la sua bella nazionale è stata fatta fuori proprio dall’Inghilterra, nostra prossima avversaria; sarà che non ha dimenticato il buon Prandelli o sarà semplicemente che ha lasciato un pezzo di cuore nel Milan. Schevchenko dice addio alla sua Ucraina e, in vista dello scontro di domenica, ha dichiarato di tifare Italia.

“Devo ricordarmi di mandare un sms di auguri al mio vecchio amico Pirlo” ha dichiarato Sheva durante un’intervista con la stampa locale. Non solo un messaggio d’augurio ma anche tanti consigli su come affrontare l’incontro, e d’altronde, se i consigli arrivano da un numero uno come lui (312 presenze con il Milan per 175 gol) è bene seguirli. “L’Italia dovrebbe prendere ad esempio la nostra partita. L’Inghilterra è una squadra che si difende bene quindi se gli azzurri cambieranno spesso gioco la faranno allargare e allungare e avranno maggiori possibiltà”.

Consigli forse non del tutto disinteressati considerando che la sconfitta della sua Ucraiana è avvenuta proprio contro la squadra di Hodgson a causa di un gol fantasma. Una sconfitta che brucia il doppio considerando che si trattava dell’ultima partita di Sheva giocata in un contesto internazionale. La decisione di abbandonare la nazionale è arrivata dopo 111 partite e 48 gol, una statistica davvero eccellente. Naturalmente Schevchenko continuerà a giocare nella Dynamo Kiev.

andriy-shevchenko

Una squadra, la Dynamo Kiev, in cui ha fatto la parte del leone per anni (136 gol 226 presenze) e che continua ad essere la sua seconda casa. Ma per un ucraino che va ci sono undici italiani pronti a scendere in campo Domenica nella partita contro l’Inghilterra che vale i quarti di finale. A guardarla in tv, oltre ai diversi milioni di spettatori, ci sarà anche Sheva. “Lo sapete per chi batte il mio cuore”.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *