Euro 2012: la Spagna è la prima finalista, Portogallo battuto ai calci di rigore

By on giugno 27, 2012
Foto Arbeloa giocatore Spagna

text-align: justify”>Foto Arbeloa giocatore SpagnaLa Spagna è la prima finalista di questo Europeo di calcio 2012. Con una vittoria ottenuta soltanto ai rigori contro il Portogallo, gli spagnoli possono provare ad essere la prima nazionale a vincere per due volte consecutive l’ Europeo. Domani toccherà all’ Italia giocarsi la finale contro la Germania. Ecco intanto il riassunto della partita:

Primo tempo – Le squadre partono lente e si studiano all’ inizio della partita, nessuno vuole rischiare in questa importante partita. Il problema è che né la Spagna né il Portogallo si svegliano nel corso della partita e nel primo tempo succede veramente ben poco. Di certo non è quello che ci si aspetta da una semifinale di un campionato europeo. L’ unica bella occasione da segnalare è quella del Portogallo con la figura di Cristiano Ronaldo. Il giocatore dal limite dell’ area ha tirato la palla rasoterra che è andata di pochissimo al di là del palo. Per tutto il resto del primo tempo non succede poi nulla, nessuna occasione e nessuna delle due squadre che riesce a creare occasioni che possano regalare il vantaggio.

Secondo tempo – Per chi si aspettava un secondo tempo pieno di emozioni rimarrà deluso, perché il secondo tempo è praticamente identico al primo. Poche occasioni e tra l’ altro sprecate sia da un lato che dall’ altro. Cristiano Ronaldo al 90′ poi non riesce ad approfittarne del contropiede e trovandosi da solo davanti al portiere tira alto sopra la traversa. I primi novanta minuti regolamentari si chiudono quindi sullo 0 a 0, con il Portogallo che è sembrato di poco più propositivo rispetto ad una Spagna davvero deludente.

almeida-pique-portogallo-spagna-euro-2012

Primo tempo supplementare – Nel primo tempo supplementare le squadre sono naturalmente stanche quindi sembra difficile immaginare che ci siano grandi occasioni. La Spagna però sembra ritrovare un po’ di forze e cerca quindi di portarsi in vantaggio, ma non è fortunata. Al 104′ è Iniesta ad avere la grande occasione per portare avanti gli spagnoli, Rui Patricio(Portogallo) però fa un grande salvataggio. Nell’ unico minuto di recupero c’è una punizione per la Spagna, ma Sergio Ramos non riesce a trovare la porta.

Secondo tempo supplementareE’ la Spagna a fare il gioco nel secondo tempo supplementare, il Portogallo nonostante le sostituzioni sembra non avere più forze. Due grandi occasioni non realizzate per la Spagna: la prima al 111′ con Jesus Navas che viene bloccato dal portiere e l’ altra al 114′ con Sergio Ramos che da solo davanti al portiere si fa raggiungere dagli avversari che mandano in calcio d’ angolo. Nulla da fare però, si deciderà tutto ai calci di rigore.

Calci di rigore – Xavi Alonso per la Spagna si fa parare il primo rigore come Casillas para il rigore a Moutinho del Portogallo. Dopo i primi due rigori ancora parità. Poi Iniesta e Pique per la Spagna e Pepe e Nani per il Portogallo la mettono in rete. L’ errore decisivo è quello di Bruno Alves del Portogallo che colpisce la traversa, poi Fabregas ha il rigore decisivo che viene realizzato e la Spagna passa in finale.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *