Euro 2012. Napolitano elogia gli azzurri e si commuove consegnando il tricolore agli atleti olimpici

By on giugno 23, 2012
Euro 2012, Napolitano si commuove per gli Azzurri, Buffon ringrazia

text-align: center”>Euro 2012, Napolitano si commuove per gli Azzurri, Buffon ringrazia

Speciale Europei di calcio 2012 de Lanostratv – Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha speso parole di grande apprezzamento, lasciandosi andare fino alla commozione, nei confronti degli sportivi italiani che rappresenteranno il nostro Paese alle Olimpiadi e Paralimpiadi di Londra 2012. Durante la suggestiva cerimonia che ha avuto luogo nelle stanze del Quirinale, il Presidente ha consegnato il tricolore alla fiorettista Valentina Vezzali e all’arciere Oscar De Pellegrin, che sfileranno come portabandiera alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici. “Con queste bandiere siete portatori della nazione italiana” ha dichiarato Napolitano all’atto della consegna, investendo gli atleti della responsabilità di portare l’orgoglio tricolore sulla ribalta internazionale: “Voi rappresentate la nazione italiana ha dichiarato visibilmente commosso il Capo dello StatoL’Italia è nata prima come nazione che come Stato. Le nazioni sono un’altra cosa, conservano la loro identità, sono fatte di cultura, di partecipazione sociale, di senso civico. Del resto cosa sono le Olimpiadi e le Paralimpiadi se non una festa delle nazioni?“.

Parole di incoraggiamento, insomma, da un Presidente che si è sempre mostrato anche un grande tifoso e che in questa occasione ha faticato non poco a trattenere le lacrime: “Sarò accanto a voi con il cuore“. Grandi elogi, poi, anche nei confronti dei nostri azzurri già impegnati in Polonia e Ucraina ad Euro 2012: “Io ero a Danzica, quel pareggio (con la Spagna, ndr) valeva la vittoria; poi è arrivato un altro pareggio importante e infine la vittoria vera e propria, con quei due magnifici goal che hanno fatto onore all’Italia – ha commentato Napolitano soddisfatto delle prestazioni della Nazionale – Va bene la cultura della sconfitta, ma non perdere per due volte e vincere per una, è ancora meglio“.

napolitano-consegna-tricolore

Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, presente al Quirinale per la cerimonia, ha mostrato grande riconoscenza nei confronti di Giorgio Napolitano per tutto il supporto manifestato agli atleti azzurri del calcio e delle Olimpiadi: “La ringraziamo per la sua vicinanza. Sapere che sarà con noi alla cerimonia inaugurale ci ha riempito di gioia (…) Nello sport c’è la cultura della vittoria, ma anche quella della sconfitta. Ce la metteremo tutta per onorare il nostro Paese“. Petrucci ha voluto esprimere un ringraziamento particolare al Presidente per la sua vicinanza ai calciatori italiani impegnati in Europa: “Ci siamo lasciati pochi giorni fa in Polonia, abbiamo visto il suo affetto e la sua simpatia nei confronti della Nazionale, che si manifestavano non solo per il gioco ma anche per il comportamento“.

Puntuale e sentito, è arrivato il ringraziamento da parte della Nazionale nei confronti del presidente Napolitano. A mostrare la gratitudine della squadra, infatti, ci ha pensato il capitano Gigi Buffon, che già aveva avuto l’onore di abbracciare il Presidente subito dopo la partita d’esordio agli Europei contro la  Spagna: “Il Presidente per l’ennesima volta, con molta serenità, è riuscito a far pervenire dei messaggi distensivi che ci allietano, perché ci fanno capire che lui è un nostro grande tifoso – ha dichiarato Buffon durante la conferenza stampa da Cracovia – Speriamo di ripagare tutto con un’ottima fase finale degli Europei. Ha vissuto da vicino la partita Italia-Spagna e sono sicuro che questo evento gli abbia lasciato emozioni fortissime“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *