Euro 2012: Shevchenko, la favola di un campione dato per finito

By on
Andriy Shevchenko, attaccante

text-align: center”>Andriy Shevchenko, attaccante

Qual è il particolare che contraddistingue le manifestazioni calcistiche meglio riuscite? Sicuramente la capacità di far sognare, di offrire belle storie al pubblico. Da questo punto di vista, Euro 2012 non sta deludendo le attese. Ieri, per esempio, abbiamo assistito alla favola di Andriy Shevchenko.

Il nome rievoca ricordi ai tifosi italiani, specie quelli milanisti. Nondimeno, è un nome che era scomparso dalle labbra di chi segue il grande calcio. Logico: Shevchenko gioca da due anni nella Dinamo Kiev, in Ucraina, il cui campionato non figura tra quelli più blasonati. Eppure è impossibile dimenticare le prodezze che, dal 1999 al 2006, il campione ucraino ha regalato al grande pubblico, ai tempi in cui vestiva la maglia del Milan.

Shevchenko fino a ieri era considerato un giocatore finito, che dall’alto dei suoi 36 anni non poteva fare altro che ricoprire, all’interno della sua nazionale, un ruolo di mera rappresentanza. E invece Sheva ha stupito tutti: in campo fin dal primo minuti, ha trascinato i compagni verso una vittoria che ha segnato l’esordio – più che felice – della nazionale dell’Ucraina agli Europei da essa stessa ospitati. La Svezia, temibilissima, è stata battuta con un esaltante 2 a 1, frutto di un comportamento votato all’attacco che ha caratterizzato entrambi le sfidanti.

Andriy Shevchenko

Zlatan Ibrahimovic (clicca qui per conoscerlo meglio) ha stoppato le speranze del pubblico di casa. Andriy Shevchenko le ha risvegliate al primo gol e, qualche minuto dopo, le ha esaltate segnando un altro, importantissimo. Doppietta per (l’ex?) bomber, proprio come ai vecchi tempi. Tempi in cui il solo nome di Shevchenko dall’altra parte del tabellino incuteva timore e rispetto. Tempi (lontani, questo sì) in cui l’attaccante ucraino figurava tra tre-quattro migliori attaccanti del mondo.

About Giuseppe Briganti

Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *