Europei 2012. Parla il mister campione del mondo Marcello Lippi: “E’ come nel 2006…”

By on

text-align: center”>Lippi parla degli Europei: "E' come nel 2006"

Speciale Europei di Calcio 2012 de LaNostraTv – Anche il tecnico campione del mondo nel 2006 a Berlino, Marcello Lippi, ha voluto dire la sua sull’imminente partenza degli Europei di calcio 2012 e fare un sentito in bocca al lupo al mister in carica Cesare Prandelli e ai suoi ragazzi. Nell’intervista che Lippi ha rilasciato al Tg1 non sono mancate, inevitabilmente, considerazioni amare sullo scandalo giudiziario del calcioscommesse, che ha gettato sui campionati italiani l’ombra del sospetto (diciamo pure la certezza) di una corruzione endemica che coinvolge teste di serie del nostro calcio. Una situazione che richiama alla memoria collettiva quanto avvenne alla vigilia dei Mondiali del 2006: allora era la cupola di Calciopoli ad aver infangato la massima serie, eppure l’Italia, tra mille perplessità, riuscì a laurearsi Campione del mondo.

Mi sembra di rivivere i giorni del 2006…“, ha detto l’ex mister della Nazionale e attuale allenatore del Guanghzou, in Cina. “Penso che appena gli Azzurri partiranno per la Polonia, penseranno soltanto al calcio, agli allenamenti, agli Europei. – ha auspicato Lippi – Ricordo che quella settimana a Coverciano non fu facile nemmeno per noi, venivano a dirci di tutto e c’era il timore che andando all’estero chissà che sarebbe successo, chissà che avrebbero detto di noi. Invece in Germania nessuno ha parlato, nessuno ha detto niente“. Da esperto di calcio quale è, il tecnico viareggino ha voluto interpretare le parole amare di Cesare Prandelli, che nei giorni caldi dell’inchiesta sul calcioscommesse della Procura di Cremona aveva persino avanzato la possibilità che la Nazionale non disputasse la competizione europea: “Se ci dicessero che per il bene del calcio la Nazionale non deve andare all’Europeo non sarebbe un problema. Ci sono cose che reputo più importanti“.

Nazionale-italiana

La frase di Prandelli è stata una provocazione – assicura l’ex c.t. – ma nella sua testa credo che ci sia la convinzione di raggiungere con i suoi giocatori qualcosa di importante“. Estremamente soddisfatto della sua esperienza in Cina, Lippi è già diventato un idolo per i tifosi del sollevante: il Guangzhou Evergrande sotto la sua guida, si è infatti qualificato ai quarti di finale delll’Asian Champions League, il principale torneo continentale per club. Nonostante le sue vittorie, Lippi ha sempre uno sguardo rivolto verso l’Italia, pronto a difendere la maglia azzurra che ha guidato alla vittoria nei Mondiali di Germania (e che ha abbandonato poi definitivamente nel 2010 dopo la disastrosa esperienza dei Mondiali in Sudafrica): “L’interesse per la Nazionale c’è da parte di tutti gli sportivi, anche di chi non vede una partita di calcio, quando arrivano momenti del genere tutti si sentono patrioti – ha concluso Lippi – Per il resto nelle società ci sono grandi interessi, l’ultima delle cose a cui si pensa è la Nazionale, questa è la realtà“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. simone

    giugno 5, 2012 at 12:23

    Quest’anno voglio tentare di vincere al Fantacalcio di Sky. Guardate che premi http://eurocampioni.sky.it/index.php?page=static&what=premi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *