Europei 2012. Prandelli deluso per Italia-Croazia: “Dovevamo chiudere la partita”

By on giugno 15, 2012

text-align: center”>Prandelli deluso dopo Italia-Croazia

Speciale Europei di calcio 2012 de Lanostratv – Pareggiare una partita strategica quando si era in vantaggio lascia sempre l’amaro in bocca: l’Italia non riesce a mantenere il risultato con la Croazia e finisce col portare a casa un altro 1-1 dopo quello rimediato con la Spagna. Anche stavolta, dopo un primo tempo incoraggiante, c’è stato il solito calo nella ripresa, con l’evidente difficoltà degli azzurri a contenere la velocità e la tenacia degli avversari. Il c.t. Cesare Prandelli si è detto comunque soddisfatto della prestazione, ma non ha nascosto il rammarico per un match che poteva essere vinto: “Dovevamo chiudere prima la partita. Ci sono mancate cattiveria ed energia. Abbiamo avuto buone opportunità nel primo tempo, potevamo fare meglio” ha dichiarato a caldo il c.t. davanti alle telecamere Rai.

Salvo precisare poi, in sala stampa, che per quanto riguarda il gioco e la personalità mostrati in campo non ha rimproveri da fare ai suoi ragazzi: “La Croazia ha dimostrato una grande forza e vitalità. Ma le siamo stati superiori dal punto di vista della manovra e delle occasioni da rete“. Nè tantomeno può dirsi arrabbiato, ma la sensazione di aver mancato l’obiettivo è palpabile: “Arrabbiato no, amareggiato sìha dichiarato Prandelli – Dovevamo chiudere la partita: ribadisco. Ma siamo vivi e convinti di passare il turno, non c’è ancora nulla di matematico. Abbiamo perso un’occasione, questo è chiaro“. Quello che è emerso, per il c.t., dall’analisi delle due partite giocate sinora è la difficoltà di mantenere alto il ritmo della partita: “al 60’ abbiamo un calo fisico” ha ammesso Prandelli, annunciando che nella sfida decisiva, quella di lunedì con l’Irlanda di Trapattoni, ci saranno dei cambi in favore delle risorse più fresche a disposizione, ma senza stravolgere ruoli e modulo.

gigi-buffon

Anche il protagonista indiscusso di questo match, quell’Andrea Pirlo capace di una fine prodezza balistica che ci è valsa il momentaneo vantaggio, non ha nascosto la sua amarezza: “Potevamo chiuderla con un altro gol nel primo tempo: peccato, perché era una partita da vincere. Ma non ci abbattiamo, abbiamo un’altra gara e proviamo ad andare avanti”. Per il  centrocampista perno della squadra di Prandelli l’importante è non perdere l’ottimismo: “Vogliamo crescere e migliorare, non è finita qui: c’è altra partita importante e cercheremo di vincerla“.

A preoccupare squadra e tifosi non è solo il prossimo incontro con l’Irlanda, ma anche lo spettro del tanto odiato “biscotto”, ossia l’accordo tra Spagna e Croazia, che con un 2 a 2 eliminerebbero definitivamente l’avversario italiano dalla competizione. Un’eventualità che spaventa, anche perchè la Nazionale italiana ne sa qualcosa: a Euro 2008, nell’ultima partita del girone, Svezia e Danimarca ci eliminarono proprio in questo modo. Ma la squadra e il c.t. preferiscono confidare nella lealtà degli avversari e scacciare presagi negativi: “Non ci pensiamo, Spagna e Croazia sono due grandi squadre e non credo possano fare una cosa del genere” ha dichiarato Pirlo. Sulla stessa linea anche Prandelli: “Non faccio nessun cattivo pensiero, non mi appartiene. Le partite sono tutte regolari e tutte da giocare“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *