Gabibbo in tribunale. Il pupazzo di Striscia ricorda troppo una mascotte americana

By on giugno 29, 2012
Foto Big Red vs Gabibbo

text-align: center”>Gabibbo alla sbarra

Il Gabibbo alla sbarra. Niente paura, il popolare pupazzone di Striscia la notizia che fino a qualche anno fa girava l’Italia in lungo e in largo alla scoperta di disservizi – poi sarebbero arrivati gli inviati Max Laudadio, Fabio e Mingo, Jimmy Ghione, con il personaggio lasciato solo per la sigla finale in compagnia delle Veline o come protagonista nello spin-off estivo Paperissima sprint – non sarà tra i protagonisti dell’eventuale futura edizione di Ballando con le stelle di Milly Carlucci, bensì si ritrova come oggetto del contendere con la Western Kentucky University, che accusa di plagio Antonio Ricci.

Stando a quanto si legge sul quotidiano Libero, qualche anno fa il fondatore dello Sportello Antiplagio, tal Giovanni Panunzio, fu il primo a scovare una impressionante somiglianza tra il pupazzone rosso e Big Red, la mascotte americana dell’università, stuzzicando così la curiosità degli statunitensi che da diverso tempo ne rivendicano la paternità. Pensate che dalla creatura a cui dà voce Lorenzo Beccati e mosso dal mimo Gero Caldarelli è derivato un mercato chiamato Mondo Gabibbo consistente in giocattoli e gioielli, fino ad oggetti per la scuola. E nel 2003 la Kentucky Western University aveva intentato causa a Mediaset e a Giochi Preziosi per – udite, udite – la bellezza di 250 milioni di dollari.

La “university” sosteneva che il pupazzo fosse copiato pari pari da quello accademico, ma in due gradi di giudizio Antonio Ricci era riuscito a spuntarla, ma peccato che qualche giorno fa il giudice Paola Maria Gandolfi di Milano ha dato ragione, nell’ambito di un’altra causa, allo studente americano che undici anni prima sosteneva di aver creato il vero Gabibbo prima che si materializzasse negli studi di Striscia la notizia al fianco di Ezio Greggio. Tuttavia, Mediaset ha annunciato appello d’urgenza contro la sentenza chiedendo (e ottenendo) la “sospensione immediata dei suoi effetti”. Ignoto il valore del contenzioso. Ma chi di voi conosce veramente il Gabibbo, bella gente?

big-red-e-gabibbo

Innanzitutto, perchè si chiama in quel modo strano? Secondo fonti segrete governative come Wikipedia, abibbo o gabibbu (pron. [ga’bib:u]) è una parola genovese ed era il titolo che i marinai genovesi davano agli scaricatori del porto di Massaua (Eritrea) chiamati così perché il nome proprio comune in quel luogo era Habib (??????) che significa Amato. Ha cantato diverse canzoni oltre le sigle del tg satirico, ma pochi sanno che la voce cantante è proprio quella di Antonio Ricci.

 

 

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *