Le Iene: Enrico Brignano lascia. E Ilary Blasi?

By on giugno 8, 2012

Destino ancora incerto per Le Iene, il noto programma di Davide Parenti che ha attraversato un anno difficile fra rinunce dei conduttori e dati d’ascolto altalenanti: dopo Luca Argentero, Alessandro Gassman, la parentesi di Pippo Baudo per una puntata e la fugace partecipazione di Claudio Amendola, sembra che per la prossima stagione la rivelazione comica dell’anno, Enrico Brignano, non sarà più presente. Il comico romano era riuscito a ritagliarsi un proprio ruolo e a trovare il giusto feeling con il pubblico proponendo divertenti battute e dimostrando anche una profonda riflessione nel suo angolo dei monologhi. Il successo della sua conduzione è stato successivamente confermato dalla Rete che lo ha richiesto in diverse puntate del serale dell’ultima edizione di Amici dove Brignano, ha intrattenuto gli spettatori con aneddoti e dialoghi arguti, registrando i picchi d’ascolto più alti del talent show di Maria De Filippi.

Perché quindi rinunciare al programma che lo ha riportato in auge e che, mai come in questo momento, avrebbe bisogno di lui? Certo per un programma come Le Iene sarebbe importante una continuità di ideali e stile e in questo, il vuoto lasciato da Luca e Paolo continua a farsi sentire. E che ne sarà della signora Totti? Dopo le indiscrezioni che vedevano già al timone della prossima edizione del Grande Fratello sull’ammiraglia Mediaset, continuerà l’avventura a Le Iene?

brignano-iene

Sembra proprio di si visto che non è arrivata ancora nessuna conferma ufficiale per il suo passaggio a Canale Cinque, ma chi potrebbe essere la giusta spalla per Le Iene? Rumors vedrebbero addirittura un’edizione tutta al femminile, ma chi potrebbe includere quest’idea ambiziosa? Non ci resta che attendere i prossimi sviluppi.

About Mario Manca

Specializzando in Televisione,Cinema e New Media presso Libera Università di Lingua e Comunicazione Iulm di Milano. Ama e segue la televisione da una vita e desidererebbe dare un contributo attivo alla creazione di un modello televisivo teso alla qualità e intelligenza informativa con interventi autoriali mirati. Il suo modello di critica televisiva è Aldo Grasso e Madonna è la sua artista musicale preferita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *