Le tre rose di Eva: anticipazioni dell’ultima puntata. Chi ha ucciso Luca Monforte?

By on giugno 20, 2012
foto-le-tre-rose-di-eva

text-align: center”>Anticipazioni Le tre rose di Eva 20 giugno: ultima puntata

Dopo dodici settimane per Le tre rose di Eva è giunto il momento del gran finale: il cerchio si stringe intorno ai colpevoli dell’omicidio di Luca Monforte, ormai diventato il filo rosso che lega tutte le vicende sentimentali e di potere che vedono protagonisti gli abitanti di Villalba. Oltre cinque milioni di telespettatori hanno seguito in queste settimane la saga delle  famiglie Monforte e Taviani, provando a districare la matassa di delitti, tradimenti, vendette che ha animato la trama di questo melodramma a tinte forti: se ormai è chiaro che uno dei respondabili dei tanti (forse troppi) omicidi che hanno insanguinato le colline di Villalba, è il perfido Ruggero Camerana (Luca Ward) tanti sono i dubbi sui suoi complici e sui moventi che hanno provocato la morte di Riccardo Monforte (Kaspar Capparoni),  Nicola Corti (Edoardo Sylos Labini), Angela Corti (Sara D’Amario), monsignor Leonardo Krauss (Paolo Maria Scalondro) e infine Eva Taviani (Barbara De Rossi).

Nell’ultima puntata (qui la sintesi dettagliata) Ruggero Camerana è finito in carcere dopo una tentata fuga, sventata in modo rocambolesco da Alessandro e Aurora (Roberto Farnesi e Anna Safroncik), che ha visto Tessa (Giorgia Wurth) rischiare la vita pur di impedire a Camerana di  fuggire: l’uomo subisce le minacce dei suoi complici, la  setta di imprenditori e notabili locali che vuole a tutti i costi che l’uomo si assuma tutte le responsabilità per l’intera catena di omicidi. Camerana si è detto pronto a collaborare con gli inquirenti, ma solo a patto che sia garantita l’incolumità di sua figlia Viola (Victoria Larchenko), l’unica persona a cui sembra tenere per davvero e che potrebbe subire ritorsioni a causa sua. Ma quale verità racconterà Camerana? E scopriremo davvero tutte le responsabilità dei personaggi chiamati in causa negli omicidi di Villalba? Senza dimenticare che è stata già  annunciata una seconda stagione di Le tre rose di Eva (le riprese cominceranno probabilmente il prossimo febbraio), l’attenzione sarà puntata anche sulla tormentata storia d’amore tra i due protagonnisti, Alessandro e Aurora, sempre più vicini a scoprire le verità nascoste che stanno rincorrendo da settimane.

anna-safroncik-e-roberto-farnesi-le-tre-rose-di-eva

Ora che Ruggero Camerana è  in carcere, Aurora e Alessandro sentono di essere vicini alla verità, ma non hanno considerato l’imprevedibilità dell’imprenditore, che con una mossa a sorpresa spiazzerà tutti. Edoardo (Luca Capuano) è sempre  più preoccupato per la propria incolumità: teme che qualcuno possa ucciderlo. Intanto propone un patto a suo fratello: lascerà  in pace Aurora se Alessandro gli cederà l’azienda vinicola di famiglia. Le sorelle Taviani sono alle prese con le rispettive vicende sentimentali: se Marzia (Karin Proia) si trova tra due fuochi, anche per Tessa ci sono guai in vista. Dopo essersi finalmente ritrovata con Bruno (Francesco Arca), dovrà affrontare la sua ex moglie, nonchè madre della piccola Clelia, che tenterà  di allontanarla dalla vita di Bruno e della bambina. Alessandro scoprirà un’inquietante verità che potrebbe cambiare per sempre la sua vita…

L’appuntamento con l’ultima puntata di Le tre rose  di Eva è  per stasera alle 21.10 su  Canale5.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. SHATZELE

    giugno 20, 2012 at 20:15

    Bella roba!!! Nemmeno le tele novelas brasiliane si sognano contorcimenti simili, da vere e proprie aderenze intestinali!!! Da corte del Re sole, ma la corte oscura, quella che viveva ne sottosuoli della Grande Parigi, quella che insieme ai dignitari di corte tramava fronde di ogni genere per defenestrare i favoriti di turno. Bisognerebbe tornare alla Firenze dei Medici per veder architettati piani simili, la congiura dei Pazzi, il Duca d’Urbino, l’uccisione di Giuliano il ferimento di Lorenzo, la mattanza fatta in seguito per salvare l’onore…….. Ma oggi in Toscana, niente di simile!!! Ammeno che??? Ammeno che non vi siano famiglie importate che continuino faide che risalgono all’antico.Infatti i cognomi Cammarana, Scilla, non sono propri del nostro territorio. Attenti quando fate un “fotoromanzo” a tinte forti sul nostro terrritorio e su di noi!!! Noi siamo altra gente, siamo caustici, rustici, ruspanti, colti, raffinati, egoisti, sussiegosi, antipatici, anche bestemmiatori, ma siamo noi, siamo toscani e non portiamo coltelli in tasca!!! E sopratutto i nostri cognomi terminano sempre con la I.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *