Le tre rose di Eva: l’ultima puntata svela i misteri. Viola è l’assassina di Luca Monforte

By on giugno 21, 2012

text-align: justify”>Riassunto ultima puntata Le tre rose di Eva

La saga de Le tre rose di Eva si è conclusa con una dodicesima ed ultima puntata dal ritmo serratissimo, che ha svelato uno dopo l’altro tutti i misteri di Villalba. Un finale che prelude ad una seconda stagione della fiction (le riprese cominceranno il prossimo febbraio) altrettanto ricca di colpi di scena e sempre all’insegna del sentimentalismo connotato dal noir: tanti sono stati in queste settimane i personaggi ambigui e i segreti da nascondere, che hanno condotto i telespettatori alle ipotesi più disparate sui veri responsabili dei delitti di Villalba. Ne è venuta fuori, più che un melodramma (come era nelle intenzioni degli sceneggiatori), una maxi-soap in episodi che ha sacrificato la verosimiglianza della trama a favore della spasmodica ricerca di colpi di scena.

La lunga e un po’ improbabile sequenza di omicidi, finti suicidi e ricatti che ha animato la trama della fiction ha trovato finalmente un colpevole, anzi una colpevole: si tratta di Viola Camerana (Victoria Larchenko), figlia del perfido Ruggero (Luca Ward). E’ lei l’anello mancante della catena che ha dato il via alla storia con l’omicidio di Luca Monforte. Il movente? Un classico: trattasi di delitto passionale, visto che la ragazza a soli diciassette anni si era infatuata dell’uomo e lo aveva sedotto, rimanendo incinta. Una gravidanza indesiderata, visto che Monforte aveva intenzione di andare a vivere con la donna che amava, Eva Taviani (Barbara De Rossi). Per quell’omicidio, Aurora Taviani (Anna Safroncik) ha scontato ingiustamente otto anni di carcere e tanti sono morti per conservare il segreto sul vero colpevole.

anna-safroncik-e-roberto-farnesi-le-tre-rose-di-eva

Alla fine Ruggero Camerana e sua figlia si ritrovano: la ragazza viene arrestata, dopo aver cercato di uccidere Aurora e aver confessato la verità ad Alessandro (Roberto Farnesi) in merito all’omicidio del padre, ma Camerana evade dal carcere in cui era rinchiuso e grazie alla sua astuzia, riesce a far scappare anche sua figlia. Viola fugge all’estero con l’aiuto di Edoardo (Luca Capuano), il quale ottiene in cambio da Ruggero il silenzio sull’omicidio di Eva Taviani e la possibilità di entrare nella setta segreta delle Tre Rose. Già, le tre rose: il titolo della fiction si riferisce certamente alle belle protagoniste, le sorelle Aurora, Marzia (Karin Proia) e Tessa Taviani (Giorgia Wurth), ma anche alla cricca di potere di Villalba, che si riuniva in gran segreto in una cripta sulla cui porta era apposto un rilievo in pietra raffigurante proprio tre rose. Ora a capo della setta c’è Edoardo Monforte: il ragazzo ha ereditato tutto il potere di Ruggero Camerana, che intanto sembra sparito nel nulla. E se Aurora ed Alessandro possono finalmente vivere la loro storia d’amore, c’è da scommettere che questa felicità non durerà a lungo: Viola è decisa a tornare in Italia e a riprendersi l’uomo che ama. I presupposti per una seconda stagione di Le tre rose di Eva ci sono già tutti.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *