Le tre Rose di Eva: Ruggero Monforte in carcere. Riassunto dell’undicesima puntata

By on giugno 14, 2012
le-tre-rose-di-eva-fiction-cast

text-align: justify”>Riassunto undicesima puntata Le tre rose di Eva

Finalmente siamo giunti alla svolta finale nel melodramma noir di Canale 5 Le tre rose di Eva: la prossima puntata sarà l’ultima di questa prima serie e svelerà tutti (o quasi) i misteri ancora irrisolti all’ombra dei vigneti di Villalba. In un mix di delitti, tradimenti, intrighi e sentimenti contrastati, la complessa trama della fiction ci ha consegnato personaggi spesso ambigui e dal doppio volto, cattivi per eccellenza ma anche classici eroi romantici. Solo nell’ultimo episodio scopriremo se i due protagonisti potranno finalmente stare insieme e lasciarsi alle spalle un passato di sofferenze, ma prima è necessario scoprire la verità sull’omicidio di Luca Monforte e su tutti i delitti che sono seguiti. Dopo l’omicidio della testimone-chiave Eva Taviani (Barbara De Rossi), il cerchio si è stretto intorno a Ruggero Monforte (Luca Ward), che finalmente è finito in carcere. Ma cosa nè sarà del vero assassino della donna? Andiamo con ordine e ripercorriamo gli eventi della penultima puntata di Le tre rose di  Eva.

Aurora e Alessandro (Anna Safroncik e Roberto Farnesi) sono convinti che ci sia Camerana dietro i delitti di Villalba, soprattutto dopo che la ragazza vede il video di sua madre Eva che la mette in guardia dall’imprenditore, e cominciano ad indagare. Intanto l’uomo è messo alle strette dai suoi complici: la setta di notabili locali gli impone di restituire il denaro che spetta a ciascuno  di loro. Camerana comincia a progettare la sua fuga: chiede  a Tessa (Giorgia Wurth) di sposarlo e prepara passaporti falsi per scappare all’estero. Intanto Viola (Victoria Larchenko) ha un malore: Edoardo (Luca Capuano) avverte Alessandro tramite Aurora, ma per lui si tratta di una trappola. Una volta giunto a casa per assicurarsi della condizione di sua moglie e del bambino, Alessandro viene raggiunto dalla Polizia e arrestato per l’omicidio di Eva Taviani. Ma Aurora non si arrende e ha un’intuizione: l’ornitologo accampato nei boschi sta studiando la fauna effettuando riprese video attraverso delle telecamere. Una di queste ha ripreso Alessandro il giorno della morte di Eva lontano dal luogo dell’omicidio: finalmente l’uomo può essere scagionato. Una volta libero, lascia definitivamente Viola, pur confermando la sua intenzione di fare da padre al loro bambino. Ma la ragazza, delusa e arrabbiata, decide di fuggire con suo padre all’estero.

anna-safroncik-e-roberto-farnesi-le-tre-rose-di-eva

Intanto Tessa scopre  i finti passaporti di Camerana e avverte le sorelle e Alessandro dell’imminente fuga dell’uomo: aiutati da Bruno Attali (Francesco Arca), tutti insieme organizzano un piano per rubarli dalla cassaforte di Camerana ed impedirgli di partire. Ad avere la peggio è Tessa, che finisce per essere aggredita da Ruggero e rischia di morire: a salvarla è Bruno e finalmente i due si riscoprono innamorati. Denunciato alla polizia per tentato omicidio, Camerana (Luca Ward) è fuggito ed è ancora intenzionato a partire con sua figlia Viola, portandosi via tutti i soldi dei  suoi complici trasferiti su un conto estero. A fermarlo è  un malore di Viola: la ragazza, che già sapeva di non poter portare a termine la gravidanza, ha un aborto. In ospedale Ruggero viene raggiunto dal magistrato della setta occulta, che lo minaccia di morte nel caso facesse i nomi dei suoi complici. Ma Camerana spiazza tutti e si consegna al brigadiere Mancini: in carcere riceve la visita di Alfredo Scilla (Alfredo Pea), che gli chiede di assumersi tutte le responsabilità degli omicidi di Villaba, altrimenti sua figlia Viola sarà in pericolo. L’uomo decide di collaborare con la polizia, ma solo a patto che sia garantita la protezione della ragazza.

L’ultimo appuntamento con Le  tre rose di Eva è per mercoledì 20 giugno alle 21.10 su Canale5.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *