Marina Marchione rivela: “Amo una donna”. E precisa: “In Italia l’omosessualità è ancora un tabù”

By on giugno 21, 2012

text-align: center”>Marina Marchione rivela: Amo una donna

Forse non tutti la ricordano, ma fu una delle poche attrici che si distinse nell’edizione 2007/2008 di Amici (proprio quella vinta da Marco Carta), riuscendo a raggiungere la fase finale del programma.  Ora, Marina Marchione, classe 1981, dopo svariate esperienze in radio e tv,  diventa scrittrice. È uscito nei primi di giugno, infatti, il suo primo romanzo “DicoNoDiMe- a cuore aperto”, con prefazione a cura  dell’onorevole Mara Carfagna. Il titolo parla chiaro: 180 pagine in cui l’artista si racconta a 360°, rivelando quella che, per  alcuni, potrebbe sembrare una notizia choc:  la sua omosessualità. L’attrice barese, infatti, parla delle sue passate esperienze sentimentali  e rivela l’amore che ora nutre per una ragazza, una certa F.

 Questo libro parla di sentimenti, d’amore. E visto che sono sempre stata piuttosto sfigata sull’argomento, ho sentito l’esigenza di scriverne, dichiara ai microfoni di tgcom. Guai,però, a definire questa “rivelazione” come un coming out.  La Marchione, infatti, non vuole che il suo amore venga etichettato.  In Italia si dovrebbe fare più caso a come lavora la gente e se ne è capace o meno di fare il proprio mestiere. Io poi odio le etichette. Una persona può vivere una storia d’amore con un uomo, poi, dopo dieci anni, incontrare una donna e innamorarsene.

foto-marina-marchione

                                                                                                                                                                                                                                       Schietta e decisa, la Marchione affronta nel libro il tema dell’omosessualità, un tabù che in Italia stenta ancora ad essere superato e che l’attrice tenta di sfidare in modo del tutto naturale, accostando esperienze etero con quelle omosessuali.  La stessa Carfagna, ex Ministro per le Pari Opportunità , nella sua prefazione al libro, scrive:  L’Italia è un Paese dove ancora oggi un italiano su quattro preferirebbe non avere un vicino di casa omosessuale. Questo libro, la storia di Marina Marchione, è la migliore risposta a questo genere di “paure”.

Un libro che, al suo interno, presenta una cesura alquanto netta: nella prima parte, infatti, si incontrano riflessioni sull’amore in generale, pensieri che rispecchiano il sentire comune di ogni donna  (etero o gay che sia); nella seconda parte , invece,la  neo scrittrice racconta la sua esperienza personale, di donna che si è scoperta amare totalmente non solo uomini ma anche donne.

Una  vera analisi introspettiva, un flusso di coscienza Joyciano che ha come punto di snodo fondamentale l’amore, in tutte le sue forme ed essenze, indipendentemente dall’oggetto del desiderio.

About Paola Orlando

Nata a Nocera Inferiore (Sa) sotto il segno del Capricorno, è laureata in “Editoria e Pubblicistica” presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha collaborato diversi anni con “il Salernitano”, pubblicandovi articoli di cronaca ed attualità. Leggere e scrivere sono le sue più grandi passioni, a cui si aggiunge uno spiccato interesse per il suggestivo mondo della televisione. Sogni nel cassetto? Diventare redattrice di testi televisivi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *