Michele Santoro lancia il concorso “Generazione Reporter”: ecco come partecipare

By on giugno 14, 2012
Santoro lancia Generazione Reporter: il concorso per giovani videomaker

text-align: justify”>Santoro lancia Generazione Reporter: il concorso per giovani videomakerMichele Santoro non si ferma mai: ha appena concluso l’avvincente impresa di Servizio Pubblico, portando a fine stagione un programma che inizialmente era destinato a durare solo poche settimane ed è in trattativa con La7 per portare tutta la sua squadra di giornalisti e autori sul canale di Telecom Italia (ancora per poco, visto che la rete è sul mercato in cerca di acquirenti, ndr). In mezzo, c’è stata anche la parentesi dell’autocandidatura a direttore generale della Rai, in ticket con Carlo Freccero Presidente: un’ipotesi sfumata a favore delle nomine “tecniche” del premier Mario Monti. Intanto l’Associazione Servizio Pubblico continua tutt’oggi a riscuotere grandi consensi presso il pubblico, visto che le donazioni spontanee a sostegno del progetto continuano ad arrivare copiose, anche adesso che la stagione televisiva si è conclusa (con l’ultima puntata in onda giovedì 7 giugno dedicata alla televisione) senza alcuna certezza sul futuro di quest’esperienza: è una specie di investimento al buio, così, sulla fiducia.

E per ripagare in parte il sostegno dimostrato dal pubblico nei suoi confronti, Michele Santoro ha deciso di dare un’occasione a giovani giornalisti in erba, permettendo loro di farsi conoscere nell’ambiente. Con l’Associazione Servizio Pubblico, il conduttore ha istituito il concorso Generazione Reporter per promuovere talenti emergenti del giornalismo di inchiesta: un premio per videomaker nato anche grazie al parere dei sostenitori del programma (gli oltre centomila che hanno inviato i propri 10 euro all’Associazione) e che si sono espressi a favore di questa iniziativa attraverso un sondaggio su Facebook. Non solo: il pubblico sarà protagonista di questo premio proprio nella fase finale di premiazione, decretando il reporter vincitore del contributo in denaro. In palio infatti ci saranno 5mila euro per il primo classificato, 3mila per il secondo e 2mila per il terzo. Ecco come partecipare.

foto-generazione-reporter

L’iniziativa è rivolta a giovani dai 18 ai 30 anni, che potranno concorrere presentando un reportage a tema libero, incentrato su un argomento ritenuto particolarmente significativo e di rilevante interesse pubblico. Per concorrere al premio basta inviare il proprio video su supporto DVD (della durata minima di 5 minuti e massima di 15 minuti) presso la sede dell’Associazione Servizio Pubblico a Roma, Viale Angelico, 92. Il termine per la presentazione è il 30 giugno 2012: a decorrere da questa data il materiale passerà  al vaglio della commissione del concorso, composta da volti noti del giornalismo e collaboratori di Servizio Pubblico. A scegliere i sette finalisti saranno il direttore di Rai4 Carlo Freccero, il direttore de IlFattoQuotidiano.it Peter Gomez, i volti di Servizio Pubblico Sandro Ruotolo e Giulia Innocenzi, il regista della trasmissione Alessandro Renna. I reportage che supereranno la selezione saranno pubblicati sul sito del programma e sarà la comunità dei donatori di Servizio Pubblico a scegliere i tre vincitori. Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il regolamento del concorso e scaricare il modulo d’iscrizione sul sito della trasmissione (www.serviziopubblico.it) e su quello dell’Associazione (www.associazione.serviziopubblico.it) o scrivere una mail a generazionereporter@serviziopubblico.it.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *