Mtv Days 2012, Emma Marrone contro Fedez: Chi usa meglio Twitter?

By on giugno 29, 2012
emma marrone mtv days twitter fedez lite conferenza stampa

text-align: justify”>emma marrone mtv days twitter fedez lite conferenza stampa

Parte stasera il primo dei due concertoni gratuiti degli MTV Days, evento che per la terza volta consecutia sceglie Piazza Castello a Torino per portare la carovana degli artisti italiani più gettonati degli ultimi 12 mesi. Stasera si esibiranno Bianco, Julia Lenti, Litfiba,  i Club Dogo, Nina Zilli, Emma Marrone e Fedez; proprio fra questi due ultimi artisti musicali, durante la conferenza stampa, si è scatenato un piccolo battibecco. Tema? L’utilizzo corretto o meno dei social network e in modo particolare delcrescente Twitter, ormai diventato sempre più dominio dei vip nostrani.

Alla moderazione di Luca Dondoni, la ragazza pop e il giovane rapper hanno dato dei pareri abbastanza discordanti su quello che è la nuova frontiera della comunicazione digitale. Il primo ad intervenire è stato Fedez: “Facebook e Twitter per me sono simili. Uso Twitter in modo meno professionale, Facebook è un po’ più istituzionale. Non è importante quanti follower hai, ma l’uso che ne fai. E lo dico io che sono nato sul web. Sono mezzi che hanno un grande potenziale, ma non dobbiamo porre la nostra attenzione sui numeri”. E poi lancia una frecciatina alla collega bionda: Io e J-Ax usiamo Twitter per commentare Servizio Pubblico. Invece di parlare di programmi futili. Vorrei che su Twitter si parlasse anche di cose utili per la società, quando vedo in trending topic hashtag come Sanremo e i talent show, mi cadono un po’ le palle. Internet è il futuro e noi lo usiamo per parlare del passato?“.

mtv-days-2012-palco-torino

Emma, forse indispettita, risponde per le rime: “Ho un modo tutto mio di usare Twitter, mentre Facebook è troppo complicato, lo usano altri per me. Twitter è un modo per presentarmi fuori dal quello che gli altri vedono ogni giorno di me. Twitter è pieno di fan che mi dicono dove devo andare, cosa devo fare, mi guidano. Poi lo uso per mostrare il volto più normale della mia vita. Mostro video di polpette e gnocchi fatti in casa... Certe opinioni sui reality sono frutto di un tuo pregiudizio (rivolgendosi a Fedez, ndr.). Il fatto che io parli di cose leggere su Twitter non vuol dire che non mi occupi delle cose davvero importanti, faccio beneficenza io...“.

Senza soffermarci sul fatto che non è proprio buona educazione rimarcare la beneficenza, chi dei due ha realmente ragione? Twitter dev’essere utilizzato per mostrare gli gnocchetti fatti in casa a Lecce oppure bisogna utilizzarlo a scopo di community e quindi utilizzarlo per dire la propria sui fatti di cronaca e attualità? E’ vero che nessuno dei due pensieri è sbagliato e in definitiva ognuno può sfruttare i social a propria indiscrezione, c’è però da dire che soprattutto fuori Italia Twitter è stato spesso utilizzato a scopo informativo (spesso più rapidi del giornalismo tradizionale) e meno mondano con il benestare di tutti. Non a caso l’innovativa funzione “trend” è nata a punto per quello. Cartellino giallo per la Marrone.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

3 Comments

  1. Dexter 85

    luglio 3, 2012 at 13:07

    La beneficenza l’importante è farla, discutere su chi lo dice e chi no è inutile, emma avendo molti fan giovani è giusto che gli inbogli a farla, cosi come altre cose di solidarietà, poichè molte prendono il suo esempio

    Sui social network ognuno li usa come vuole, per le informazioni ci sono le agenzie stampe e tanti altri siti online, che poi sono anche su twitter e facebook, non sono di certe le pagine personali dei cantanti o dei personaggi tv a doversi impegnare delle informazioni, altrimenti i giornalisti cosa ci sono a fare

  2. Dexter 85

    luglio 3, 2012 at 13:08

    Poi secondo ai terremotati a cui servono fondi interessa qualcosa se chi fà beneficenza per loro lo dice o no? per loro l’importante è che arrivano i soldi

  3. alefer

    maggio 21, 2014 at 01:21

    Faremmo volentieri a meno di entrambi. La musica non ne soffrirebbe….

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *