Processo Ruby: Emilio Fede reagisce alle testimonianze-shock sul bunga bunga

By on giugno 16, 2012
Emilio Fede risponde ad Ambra Battilana sul bunga bunga

text-align: center”>Emilio Fede risponde ad Ambra Battilana sul bunga bunga

Per cosa chiedono esattamente il risarcimento queste ragazze? Mi hanno scritto che si erano divertite e ora si ricordano di chiedere il risarcimento?“. Così Emilio Fede, raggiunto dall’Agi, ha commentato le dicharazioni rese in aula al pm Antonio Sangermano da Ambra Battilana, una delle due ragazze costituitesi parte civile al processo Ruby bis (secondo filone dell’inchiesta principale, che vede accusato Silvio Berlusconi di prostituzione minorile). La ragazza aveva partecipato ad una cena ad Arcore, invitata da Emilio Fede, ma ne era rimasta scioccata per le scene a cui aveva assistito e la sua testimonianza, insieme a quella dell’amica Chiara Danese, è considerata cruciale per provare l’accusa di induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile a carico di Fede, Nicole Minetti e Lele Mora. Ambra ha raccontato il famoso bunga-bunga in termini di travestimenti, spogliarelli e atti sessuali più o meno espliciti, una situazione che le aveva messe così a disagio che Chiara si era perfino sentita male.

Ma l’ex direttore del Tg4 non ci sta e prova a smentirla, sostenendo che quella sera d’agosto del 2010 le due ragazze a casa del Premier avevano trascorso una piacevole serata. “Sorprende la rapidità dello spirito umano“, dichiara Fede citando il premio Nobel per la letteratura Elias Canetti. “Ambra Battilana all’epoca era aspirante Miss Italia – ricorda il giornalista – e il suo sogno era anche quello di incontrare Silvio Berlusconi. Quella sera le ho accompagnate io sotto lo studio di Mora, dopo la cena, e mentre loro tornavano in macchina verso Torino mi hanno mandato un messaggio dicendo che erano state bene, ringraziandomi per la serata, dicendo che si erano divertite. E ora in aula chiedono il risarcimento del danno?“.

 

ambra-battilana-testimone-processo-ruby

Secondo le ragazze gli sms furono inviati da Daniele Salemi, il loro agente, ma Fede non ci crede. Ad Ambra che ha raccontato la lap dance della Minetti nuda e i palpeggiamenti di Berlusconi e dei suoi ospiti alle ragazze, Fede replica cercando di farla passare da bugiarda, commentando anche la scelta delle due amiche di costituirsi parte civile nel processo: “Adesso vengono a dire che li ha inviati l’agente – ha dichiarato Fede all’Agiche loro dormivano in macchina verso Torino? Ma per favore. E poi perchè si sono costituite parte civile dopo mesi? Perchè le barzellette non facevano ridere? Per la musica che non gli piaceva? Per il menu?“. Per il giornalista, in realtà, questa della Battilana è certamente una testimonianza che peserà sull’imputazione di sfruttamento della prostituzione a suo carico. E chissà che non possa anche condizionare il suo ritorno in tv sulle reti Mediaset, che il giornalista amico del Cavaliere dava quasi per imminente.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *