Rai Due, le novità sul palinsesto dell’autunno 2012

By on giugno 5, 2012
Pechino Express su Rai Due

text-align: center” align=”JUSTIFY”>Pechino Express su Rai Due

La programmazione di Rai Uno che vi abbiamo illustrato nell’articolo precedente non si caratterizza di certo per originalità e novità entusiasmanti riguardo il palinsesto della rete Rai che ha approvato nella stessa sede anche la programmazione relativa a Rai Due che a nostro parere risulta di gran lunga più interessante rispetto ai programmi ormai conosciuti della rete ammiraglia.

Rai due effettivamente dimostra di gradire maggiormente le sperimentazioni consolidando l’ ampio spazio riservato alle serie tv americane a a sfondo investigativo e puntando su programmi che erano a rischio riguardo la riconferma come Quelli che il calcio con Victoria Cabello che verrà riproposto la domenica pomeriggio anche se senza i diritti di ripresa delle partite e negli stadi.

Novità per quanto concerne il day time della fascia pomeridiana è rappresentato dal nuovo programma di Lorena Bianchetti dal titolo Settimana in famiglia, nello stile della conduttrice che si appresta però a proporre un nuovo prodotto senza Milo Infante. Ed eccovi le altre novità per quanto riguarda la programmazione di Rai Due per il prossimo autunno 2012

logo-rai-due

La novità apparentemente più appetibile è rappresentata da Pechino Express in onda il martedì sera, un nuovo reality itinerante in cui i concorrenti, che saranno scelti tra personaggi famosi e persone comuni, dovranno effettuare un viaggio da Pechino a Bombay con pochissime risorse a disposizione per un tour on the road che si preannuncia rocambolesco e senz’altro ricco di colpi di scena.

Torna poi Voyager il lunedì sera seguito da un nuovo programma condotto da Enrico Bertolino, mentre andrà in onda il giovedì sera un programma di approfondimento giornalistico che attualmente è ancora senza conduttore. Confermati la domenica, il mercoledì, venerdì e sabato sera i telefilm: Ncis, Ncis: Los Angeles, Blue Bloods, Hawaii Five-0, Criminal Minds e The Good Wife per la gioia degli appassionati mentre per quanto riguarda i programmi di intrattenimento è stato confermato L’ultima parola mentre per il conduttore Max Tortora si prospettano novità per un programma tutto suo. Ovviamente la programmazione di Rai Due è ancora in corso e subirà senz’altro modifiche con nuove aggiunte per un autunno in cui la Rai tenta di tenere legati a sé milioni di telespettatori di tutte le età. Ci riuscirà con questo palinsesto?

 

 

 

 

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

One Comment

  1. Valerio B.

    giugno 5, 2012 at 22:16

    Assolutamente no. La rete rimarrà fanalino di coda con Retequattro delle generaliste: la Lei è arrivata dove neanche l’ex dg Rai Masi è riuscito. Scandaloso non essersi accreditati i diritti per poter commentare i risultati in diretta a Quelli che, la Cabello non merita una parabola discendente e questa trasmissione senza calcio sarà ulteriormente marginalizzata. L’unica vera novità è costituita da Pechino express, che a meno che non si riveli un flop, sarà l’eccezione che confermerà l’andamento di Raidue come rete oramai svuotata e senza identità (tranne quella politica, che rimane la stessa…). Non saluterei come novità poi la conferma di suor Banchetti e del suo “pomeriggio Cei”… Torna ovviamente “L’ultima parola” (e chi lo schioda Paragone dalla seggiola), mentre lo “spazio Santoro” – che la Rai ammette essere insostituibile – rimarrà occupato da altre cose non equiparabili in termini di qualità e ascolti, e quindi ricavi pubblicitari per l’azienda. Questo pseudopalinsesto è la dimostrazione che i vertici Rai sono inadeguati e che dovrebbero rassegnare le dimissioni. Mancano di idee, oltre a non aver saputo neppure mantenere le idee che hanno ereditato dalle vecchie gestioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *