Rai Uno, la programmazione per questo autunno 2012

By on giugno 5, 2012
La programmazione di Rai Uno per l'autunno 2012

JUSTIFY”>La programmazione di Rai Uno per l'autunno 2012

Mentre ci apprestiamo a salutare i migliori programmi tv che ci hanno accompagnato per questo inverno, il cda della Rai ha già approvato grazie al nulla osta di Paolo Garimberti il palinsesto di Rai Uno che accompagnerà le nostre giornate a partire dall’autunno prossimo caratterizzato da riconferme e nuovi programmi che potranno interessare lo spettatore televisivo che avrà la possibilità di scegliere tra programmi consolidati, fiction e new entry tutte da scoprire.

Effettivamente per quanto riguarda le novità allo stato attuale ce ne sono ben poche nel calderone della programmazione Rai che ha puntato molto di più sul rilancio di programmi consolidati piuttosto che “rischiare” su nuovi progetti da inserire nel palinsesto della Rete ammiraglia. Ma vediamo cosa ci riserverà per il prossimo autunno la programmazione di Rai Uno

antonella-clerici-prova-del-cuoco

Ampio spazio sarà dato alle fiction a cui Rai Uno dedicherà buona parte della settimana per quanto concerne la prima serata. Previste infatti secondo la programmazione Un passo dal cielo 2 in 16 episodi con Terence HillIl commissario Nardone con Sergio Assisi, Anna Safroncik e Giorgia Surina; L’Isola di Alberto Negrin con Blanca Romero, Simone Montedoro, Marco Foschi, Alexandra Dinu in 13 puntate. Ci sarà inoltre una fiction con Francesca Chillemi, Daniele Pecci, Lisa Gastoni, Alexandra Dinu in 12 episodi dal titolo Sposami e K2 – La montagna d’Italia con Giuseppe Cederna, Marco Bocci, Massimo Poggio e Michele Alhaique, una miniserie in 2 episodi.

Tornerà il mercoledì sera il vecchio format Per tutta la vita che sarà condotto da Fabrizio Frizzi e verrà proposto anche un format tedesco dal titolo Gli spietati, programma basato su candid camera condotto da Miriam Leone, Giancarlo Magalli, Claudio Lippi e Tullio Solenghi. Il venerdì sera tornerà Carlo Conti con Tale e quale show e il sabato sera verrà riproposto Ti lascio una canzone con Antonella Clerici.

Per quanto riguarda il daytime l’unico cambiamento è rappresentato da Unomattina che sarà allungato fino alle 12 e successivamente sono stati riconfermati programmi come La prova del cuoco, Affari tuoi, Qui Radio Londra di Giuliano Ferrara e Porta a Porta che vedrà di nuovo protagonista Bruno Vespa per le quattro serate speciali. Allora che ne dite, è di vostro gradimento la programmazione di Rai Uno per questo autunno oppure dalla prima tv della rete pubblica vi aspettavate di più?

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

3 Comments

  1. della RaiALESSANDRA

    giugno 5, 2012 at 16:34

    Nel palinsesto della Rai pensavo ci fosse anche “MI GIOCO LA NONNA” che seppur presentato in soli tre puntate,e’ piaciuto molto alle famiglie,c’e’ possibilita’ che venga inserito nel prossimo programma autunnale?

  2. Miss Violet

    giugno 5, 2012 at 16:48

    Attualmente non è stato ufficializzato ma probabilmente ci sarà la possibilità di inserirlo nel corso della programmazione Rai, dunque non disperare 😉

  3. Valerio B.

    giugno 5, 2012 at 22:50

    RaiUno è inguardabile: sicuramente saranno confermati anche i mediocri Venier e Liorni a “La vita in diretta”, e tutti i profughi di Canale5 (dalla Perego a Pino Insegno). Fin quando RaiUno sarà gestita come lo stanzino di servizio di Mediaset una fetta dei telespettatori continuerà a girare alla larga da questo canale, fiction ed eventi sportivi esclusi ovviamente. Le uniche trasmissioni che se ci fossi stato io a decidere avrei promosso sarebbero state quelle di Marzullo e “Ballando con le stelle” di Milly Carlucci. Giletti, Venier, Ferrara, Perego, Landi, Conti, Pupo e Al Bano non sono da servizio pubblico, in una tv normale sarebbero al massimo ospitati una volta l’anno e ciascuno farebbe quello che sa fare (Quanti album ha venduto negli ultimi anni Al Bano? Temo pochi, è sempre in tv. La Venier quando era un’attrice risultava più simpatica di adesso). Anche Vespa andrebbe ridimensionato a due serate settimanali e fatto alternare con un contenitore di attualità di orientamento politico opposto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *