Terremoto Emilia, una buona notizia per gli sfollati: maxischermi nelle tendopoli per gli Europei 2012

By on giugno 6, 2012
Euro 2012 per i terremotati dell'Emilia

text-align: center”>Euro 2012 per i terremotati dell'Emilia

Speciale Europei di Calcio 2012 de LaNostraTv – “Grazie alla spinta dei volontari Uisp che stanno lavorando nelle tendopoli la Rai ha deciso di montare dei maxi schermi a Medolla, Finale Emilia, Carpi e San Felice: una piccola iniezione di fiducia!“: è questo quanto si legge in una nota pubblicata sul sito di Rai Sport. La Rai, a quanto si apprende, provvederà infatti a raccontare gli Europei di Calcio 2012 anche a chi, a causa del terribile terremoto che ancora minaccia le popolazioni dell’Emilia Romagna, non avrebbe potuto seguirlo altrimenti. La richiesta era stata formulata nei giorni scorsi dall’Uisp (Unione Italiana Sport per tutti) e prontamente accolta dalla Rai, che adempie in questo modo alla sua funzione primaria di Tv di Stato e alla quale è rivolto tutto il nostro plauso. Iniziative del genere non vanno mai sottovalutate: quello che per noi sembra scontato, quasi banale, spesso si rivela fondamentale per chi è costretto a vivere ogni singolo giorno allo stesso modo, nella speranza di tornare presto alla vita di sempre. ‘‘Una grande iniziativa, che va incontro anche alle richieste dei nostri volontari che hanno compreso le sensazioni che ci sono nei campi – ha dichiarato Andrea Covi, presidente Uisp Modena – Oltre a fare attività sportiva, strutturata e non, nei limiti di ciò che si può fare nelle condizioni attuali, abbiamo recepito anche un’esigenza di chi vive nei campi, cioè di ritrovare un po’ di normalità. Molti attendono l’inizio degli Europei, la Rai si è resa subito disponibile e nel giro di meno di 24 ore ha dato la sua disponibilità“. Lo stesso Covi fa sapere poi quanto ancora sia precaria la condizione di migliaia di sfollati, costretti alla vita nelle tendopoli a causa dell’inagibilità di interi paesi: “Qui da noi la situazione è ancora difficile. Quando si vive in un campo di sfollati la convivenza è difficile, c’è l’incontro tra varie culture, i problemi legati al tempo che non passa. Se piove bisogna star dentro le tende che, con il caldo, diventano dei forni. Questo può essere un evento che fa tornare, almeno in parte, alla normalità della vita quotidiana“.

Almeno per qualche giorno, dunque, le famiglie degli sfollati potranno tentare di tornare alla quotidianità di sempre,  anche grazie a quello sport che, soprattutto in competizioni del genere, tutti unisce sotto un’unica fede. ‘‘Ringraziamo la Rai per questo atto tempestivo di sensibilità e di vicinanza alle necessità dei cittadini, che noi abbiamo raccolto e rilanciato – ha invece osservato Filippo Fossati, presidente nazionale Uisp – In questo modo viene valorizzato il ruolo di servizio pubblico attraverso un evento sportivo che crea appartenenza e spirito di comunità. In questi giorni così difficili per l’Emilia gli operatori e i volontari Uisp sono accanto alle popolazioni colpite dal terremoto in molti modi. L’obiettivo è quello di sostenerle e aiutarle a ritrovare un equilibrio quotidiano, una dignità e una normalità che oggi sembra compromessa. Lo sport, lo svago, il movimento sono molto importanti per tutti e soprattutto per i bambini. Così come lo è il ruolo delle società sportive emiliane sul territorio che si stanno operando per monitorare lo stato degli impianti sportivi, insieme ai Comitati territoriali Uisp e al Regionale Emilia Romagna“. Il nostro pensiero non abbandona chi sta vivendo una così drammatica situazione; la nostra speranza sarà allora che gli Azzurri combattano in campo anche per chi vivrà questo Europeo 2012 come l’ultimo, prezioso appiglio alla normalità. Forza Emilia Romagna!

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *