Tony Maiello e il disco della rinascita: “Dopo Mara Maionchi ho attaccato i miei mostri”

By on giugno 28, 2012
Foto Tony Maiello

text-align: center”>Tony Maiello vince sanremo 2010

I ragazzini li adorano, i critici dissentono: i talent show sono degli uffici di collocamento per futuri disoccupati, mere fabbriche di illusioni per giovincelli carini e intonati che una volta usciti dal circuito televisivo faticano ad imporsi nel mercato discografico. Se questo miracolo è riuscito a molti degli Amici di Maria De Filippi (ma si tratta di una percentuale risicata se pensiamo al numero di concorrenti nelle dodici edizioni), i contestant del più pregiato X Factor fanno una fatica abissale ad avere una carriera da cantanti. In cinque edizioni abbiamo ammirato dei ragazzi davvero molto interessanti, ma forse poco appetibili ai gusti del pubblico italiano.

Il problema è che X Factor nei Paesi anglosassoni riscuote un successo strepitoso, mentre da noi, dopo quattro edizioni discrete andate in onda su Raidue, al quinto – e succederà anche col sesto – è approdato su Sky Uno, rendendo l’edizione italiana del talent creato da Simon Cowell l’unica ad essere trasmessa su un canale a pagamento, anche se la qualità del prodotto trasmigrato sul satellite è divenuta eccelsa. Probabilmente da noi X Factor non sarà mai un successo di massa: abbiamo il Festival di Sanremo da più di cinquant’anni, una kermesse canora assente in Gran Bretagna e negli Usa.

Peccato che talvolta anche il Festival si riveli un’illusione per cantanti in erba: nel 2008 Tony Maiello aveva partecipato alla prima edizione di X Factor classificandosi terzo. L’allora ventenne di Castellammare di Stabia aveva conquistato il pubblico delle ragazzine anche per via dei suoi occhi azzurri, ma Mara Maionchi decise di tenerlo sotto la sua ala protettiva e di produrgli il disco. Due anni dopo approda a Sanremo e vince nella categoria Nuova generazione con Il linguaggio della resa. Produttrice è ancora la sboccata ex giurata, ma al momento della premiazione si trova in albergo. Dopo Sanremo arriva il buio, come racconta lo stesso Tony:

tony-maiello-in-giacca-e-cravatta

Dopo Sanremo mi sono preso le mie belle soddisfazioni, ho cantato per tante persone e in diverse piazze italiane. Sono andato avanti anche se sentivo che il mio lato di cantautore non era mai venuto fuori, il messaggio non arrivava. Il disco, infatti, poi non ha venduto molto anche se è risultato, ad onore del vero, tra i più venduti degli artisti di Sanremo di quell’anno“. Il ragazzo lascia la casa discografica di Mara Maionchi non senza polemiche e decide di scrivere da solo. Il suo nuovo disco, trainato dal singolo “Chi ha inventato i sentimenti” – un brano per la verità dai ritmi r’n’b a metà tra il primo Tiziano Ferro e Michael Jackson – uscirà tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013. Lui dichiara di aver sconfitto finalmente i suoi mostri ed ora è pronto per riscendere in pista. Si spera con canzoni più originali. Auguri.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

One Comment

  1. Adele

    giugno 28, 2012 at 15:00

    Mmm, a dire il vero nell’intervista originale su Tgcom Tony ha dichiarato di aver lasciato la casa discografica della Maionchi in piena serenità, SENZA polemiche. C’è un “non” di troppo: “Il ragazzo lascia la casa discografica di Mara Maionchi non senza polemiche” [cit.]
    Per il resto, bellissimo il nuovo singolo, ORIGINALE e travolgente! Con tutte le sue difficoltà Tony sta facendo un gran percorso!! Bravo!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *