Alberto Aquilani e Michela Quattrociocche, matrimonio a Roma

By on luglio 5, 2012

michela quattrociocche alberto aquilani matrimonioDopo tanti anni di fidanzamento a la nascita di una splendida bimba di nome Aurora, l’attrice 24enne Michela Quattrociocche e il centrocampista 28enne (adesso del Liverpool, in prestito al Milan nell’ultima stagione) Alberto Aquilani si sono sposati. Location di questo romantico traguardo, la basilica dei Santi Giovanni e Paolo al Celio, nella Capitale. C’erano diversi calciatori Azzurri, fra cui Nocerino e Abate; c’erano anche Laura Chiatti (più sexy che mai in un abito lungo e scollato) ed Enrico Brignano. Michela indossava un abito da sposa raffinato ed elegante, con tanto di strascico. Alberto, emozionato come un bambino, ha stoicamente sopportato il suo smoking (fa parecchio caldo a Roma, eh). Ma per amore si fa questo e altro.

I due giovani tenevano in braccio la loro piccola Aurora, davvero irresistibile nel suo vestitino bianco con la gonnellina in tulle.  Dopo la cerimonia hanno preso il via i festeggiamenti, durati fino a notte fonda. Così, crollano definitivamente i rumors secondo cui Michela e Alberto stavano attraversando un periodo di crisi. Sono uniti, più che uniti che mai. Forse, molto più semplicemente, erano un po’ stressati per l’organizzazione del matrimonio. Si sono conosciuti nel 2006 sul set del film “Scusa ma ti chiamo amore“, di cui la Quattrociocche è protagonista insieme a Raoul Bova. Dopo pochi mesi, erano già una coppia ufficiale. 

Michela ha addirittura fatto armi e bagagli per seguire Alberto a Liverpool; poco dopo, ha scoperto di essere incinta. Una notizia accolta da entrambi con somma gioia. Una notizia che, però, li ha costretti a una piccola “variazione di programmi”: avrebbero voluto diventare marito e moglie già da un po’, si sono ritrovati a spostare la data. Poco male: lo scorso dicembre Aquilani s’è inginocchiato davanti alla sua bella e, sfoderando l’anello, l’ha chiesta in sposa.

 

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *