Barbara D’Urso su Facebook: censura per un fan, è scandalo in rete

By on luglio 3, 2012
barbara d'urso e il tweet censurato

text-align: center”>barbara d'urso e il tweet censurato

Vanno a fare la spesa? Si fotografano! Stasera cucinano la parmigiana? Lo scrivono su Facebook! Smentiscono di essere incinta? Lo fanno su Twitter. Si, i vip di casa nostra sembrano delle teenager in piena tempesta ormonale. Sempre lì a twittare e a condividere, a digitare faccine con il loro smartphone nuovo di trincia. Il capo dei capi di questo schieramento di social celebrity però è lei: Barbara D’Urso.

Carmelita, o sarebbe meglio dire @Carmelita, è onnipresente su Twitter e Facebook. Una bulimica social che però non conosce perfettamente alcune controindicazioni. I social network possono essere un boomerang e rovinarti per sempre la web reputation nel tempo di un clic. Succede con le grandi multinazionali (Mc Donalds ha dovuto ritirare una disastrosa campagna su Twitter che invitava gli utenti a condividere le loro esperienze) vuoi che non succeda con le star made in Italy?

Da giorni ormai infiamma la polemica sul tweet censurato dalla D’Urso o dal suo staff. I media non hanno dato grande rilevanza alla notizia, ma l’irritazione di certi fan è esplosa e non è ancora cessata. Facciamo un passo indietro. Non è un mistero che Barbara D’Urso abbia deciso di scrivere il suo nuovo libro, lei stessa ha voluto condividere col suo pubblico la notizia postando sulla sua fan page Facebook (grazie al collegamento Twitter) il seguente tweet: “E dovrei iniziare a scrivere il mio nuovo libro… Mah… vediamo”. Tantissimi i commenti, c’è chi ne era entusiasta, chi un po’ meno. Poi è arrivata la risposta di un tale Francesco Lanza che è stato immediatamente cancellato. Cosa diceva il post?

il-commento-di-francesco-lanza

Citiamo testualmente: “Salve sono il negoziatore, lasciate fare a me, sono un professionista.

Barbara mantieni la calma e ti prego, pensaci.

Possiamo raggiungere un accordo.

Noi ti paghiamo comunque le copie del libro.

Come se l’avessi scritto.

Ti prendi la valigia coi soldi.

Inoltre ti facciamo trovare anche una macchina con autista che ti porti all’aeroporto e un jet privato che ti porti lontano, lontanissimo.

Ma metti giù quella penna. Non è un giocattolo.

Beh, c’è da ammetterlo, un post decisamente brillante e inutilmente censurato. Dubitiamo fortemente che ci sia la D’Urso dietro tutto questo (come è noto è lei a gestire il suo account Twitter mentre è decisamente probabile che sia un collaboratore ad occuparsi di Facebook).

Le polemiche però sono arrivate copiose. In molti hanno gridato allo scandalo e alla mancata libertà di espressione postando screenshots del commento di Lanza recuperati prima della cancellazione.

Il risultato è quantificabile in una serie di insulti per la D’Urso e diversi nuovi amici per Francesco Lanza.

Barbarella, occhio a cadere nella rete. Segui il mio consiglio, se ti va, col cuore.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *