“Dr. House – Medical division 8”: il riassunto dell’ultima puntata

By on
foto serie tv dr house 8

text-align: center”>foto serie tv dr house 8

E così sono terminate le avventure del Dr. House, protagonista di ben otto stagioni dell’omonima serie tv realizzata da David Shore e Paul Attanasio per le case di produzione Heel & Toe Productions, Bad Hat Harry Productions e NBC Universal Television e interpretata tra gli altri da Hugh Laurie (Gregory House), Lisa Edelstein (Lisa Cuddy), Olivia Wilde (Remy Tredici Hadley), Odette Annable (Jessica Adams), Charlyne Yi (Chi Park), Robert Sean Leonard (James Wilson), Omar Epps (Eric Foreman), Jesse Spencer (Robert Chase), Jennifer Morrison (Allison Cameron), Peter Jacobson (Chris Taub), Kal Penn (Lawrence Kutner) e Amber Tamblyn (Martha Masters). Ieri sera su Canale 5 è infatti stata trasmessa la tanto attesa puntata conclusiva dal titolo Tutti muoiono che negli Usa – seguita il 21 maggio scorso –  ha fatto parlare a lungo di sè e che peraltro è stata preceduta dalla messa in onda di uno speciale dietro le quinte della serie di 45 minuti (Swan song) presentato dallo stesso protagonista.

Nei mesi scorsi si è molto parlato del destino di Dr. House e del suo team e i protagonisti sono stati più volte intervistati per avere qualche piccola anticipazione. Spesso si è detto che il medico del Princeton Plainsboro avrebbe fatto una brutta fine, ma ecco che dopo il salto siamo pronti a svelarvi il finale in tutti i suoi dettagli.

1-una-scena-di-dr-house-8

La puntata si apre con Gregory riverso a terra all’interno di un edificio abbandonato e avvolto dalle fiamme. A causa di una massiccia dose di eroina ha delle allucinazioni in cui rivede il suo ex dipendente Lawrence Kutner che lo aiuta a ricostruire gli ultimi fatti. Prima lo fa ricoverare per un segno di Cullen sull’ombelico, poi cerca di convincere Foreman e Wilson a prendersi la responsabilità degli atti di vandalismo che lo hanno portato in prigione. House rivela a Kutner i motivi per i quali ha deciso di suicidarsi nell’edificio, mentre Foreman e Wilson vanno alla sua ricerca. Le visioni continuano e stavolta ad apparire a Gregory è Amber, la quale per salvarlo gli fa notare quanto è bello salvare la vita dei pazienti. House decide pertanto di lasciare l’edificio che però crolla sotto i suoi piedi. Intanto in una nuova allucinazione vede Stacy, la sua ex compagna, la quale gli illustra quanto la presenza di Wilson sia stata un appoggio fondamentale che gli ha però fatto smarrire la coscienza. Ora che l’amico sta per morire lui dovrà finalmente costruirne una. Intanto House, nonostante il pericolo, non rinuncia al suo ateismo. L’ultima visione riguarda Allison. La ragazza appoggia la scelta del suicidio ritenendola un premio per le sue sofferenze.

A questo punto il racconto a ritroso si conclude e House viene illuminato dal suo paziente: questi, convinto di avere la Sla e di morire, si assume la responsabilità dello scherzo fatto a Foreman. Il medico, apprezzando il gesto, tenta una nuova diagnosi che si rivela esatta: si tratta di una reazione autoimmune causata dall’inalazione del frammento di un ramoscello. Mentre l’edificio crolla, House capisce di non essere poi così egocentrico ed egoista e si avvia verso l’uscita. Accorsi al luogo dell’incendio, Wilson e Foreman non riescono a salvare il collega e il palazzo esplode. Le impronte dentali del cadavere ritrovato dimostrano che si tratta proprio del nostro eroe. Ai funerali solo qualche amico e collega. A parlare è Wilson, che è arrabbiato per l’ennesima prova di egoismo di House. Improvvisamente gli arriva un messaggio al cellulare che recita “Zitto, idiota”. Sotto casa Wilson trova House, il quale si è salvato grazie a una porta nel retro. Ha poi sostituito le sue impronte dentali con quelle del cadavere. Il suo gesto è pieno di generosità: si è finto morto per restare accanto all’amico nei suoi ultimi mesi di vita. Al Princeton, intanto, ci sono delle novità: Taub se ne va per stare con i suoi figli, Chase diventa primario di medicina diagnostica, Cameron resta al pronto soccorso e ha un figlio, mentre Foreman è sempre direttore dell’ospedale. House e Wilson, infine, partono insieme in moto. “Il cancro è noioso”, dice Gregory.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *