I gay in tv? Secondo Marcello Veneziani un’astuzia per estinguere la specie

By on luglio 26, 2012
Paola Concia bacia la compagna

text-align: justify”>Paola Concia bacia la compagna

Non si fa che discutere a più non posso, in questo periodo del diritto all’essere omosessuale e delle nozze gay. In particolare il gossip dell’ultima ora è sempre più attento a fotografare e spiattellare all’opinione pubblica unioni di fatto o meno sulla presunta o dichiarata omosessualità di questo e quello da includere nel corollario estivo di coppie e coppiette. E accade che molti, proprio in tv se ne escano con strafalcioni più o meno evidenti: pensiamo alle dichiarazioni di Cassano e a quelle ancora più raccapriccianti di Francesco Totti e Alena Seredova dopo le esternazioni di Alessandro Cecchi Paone sui gay in nazionale. Ebbene, in questo panorama in cui ognuno ormai, si trova in dovere di esprimere la sua opinione in merito,  spicca un articolo piuttosto fantascientifico di Marcello Veneziani, filosofo, politico, giornalista, che l’ ha sparata forse ancora più grossa.

In merito alle unioni omosessuali e al dibattito in tv tra il sottosegretario alle Politiche della Famiglia del Pdl Carlo Giovanardi e la deputata del Pd Paola Concia a “Coffee Break”  riguardante le famiglie italiane, eterosessuali e omosessuali, Veneziani su un articolo a Il Giornale (che trovate in versione integrale dopo il salto) ha addirittura tirato in causa il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer per teorizzare che questo continuo ostentare l’omosessualità, anche in tv, nasce da un proposito piuttosto logico (secondo lui) di estinguere la specie umana, considerata l’impossibilità delle coppie omosessuali di procreare nel senso “tradizionale” del termine.

articolo-di-marcello-veneziani

“Non voglio tornare sulle nozze gay – scrive Venezianima dire un’altra cosa, traducendo Schopenhauer oggi: lui sosteneva che la specie si serve del nostro impulso d’amore e di sesso per riprodursi. Ci usa per perpetuarsi, è la sua astuzia. Be’, ho idea che la specie abbia cambiato programma e usi la promozione dell’omosessualità, anche in tv, come una delle astuzie per estinguersi (non il solo). Ha deciso di farla finita. Solo che, stupidamente, non ha diffuso la tendenza gay dove figliano a iosa, ma da noi che già viviamo in un condom di depressione, senza figli”. Insomma, parole che si commentano da sole che possono certamente includersi nel bestiario giornaliero dei colpi di solleone.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

3 Comments

  1. Valerio

    luglio 28, 2012 at 02:38

    Che stronzata! Da tempo si sentono a più riprese i destrorsi e i cattomofobi giustificare la negazione dei pari diritti alle coppie omosessuali per paura che si estingua il genere umano. Non so se considerare queste persone come fantasiose oppure se pazze perché a meno che non si creda che tutti scelgano di sposarsi con qualcuno dello stesso sesso o figli continueranno a nascere, no???!!! O implicitamente si ammette che tutti hanno se non tendenze omosessuali, tendenze bisessuali? Nessuno sposerebbe o comunque procreerebbe più con una donna? Vorrei che avessero le “palle” per pronunciare questa cazzata stratosferica in tv, con la stessa faccia che poi debbono portarsi appresso per il resto della vita senza provare la vergogna di dire seriamente cose palesemente irreali. Inoltre gente come il personaggio cui sopra pensa che impedendo ai gay di sposarsi con altri uomini, si incentivi la possibilità che questi sposino (con quale motivazione?) una donna per procreare? Per la serie: quando la realizzazione di un essere umano deve essere piegata ad una ideologia. Che persone liberali e libertarie….

  2. Valerio

    luglio 28, 2012 at 02:55

    Ripeto: non è che se permetti i matrimoni.civili omosessuali, a meno che l’Italia non sia popolata da soli gay (la vedo difficile), che la gente smette di sposarsi con persone del sesso opposto e fare figli. Se qualcuno pensa che non sia così deve avere il coraggio di articolare la propria tesi-previsione corredandola con dati statistici, studi di fenomenologie sociali, psicologia umana di un “eterosessuale” di fronte alla possibile avvenuta possibilità scegliere anche una persona dello stesso sesso con cui sposarsi anziché di poter sposare unicamente una persona di sesso opposto. È questa la visione che hanno destrorsi e cattomofobi del matrimonio tra uomo e donna, inoltre? Un mero patto di procreazione per la sopravvivenza della specie (o vorrebbero dire delle etnie questi farisei?). Se è così le donne devono essere contente, e anche coloro che credono nell’amore. La Chiesa vi chiede di sposarvi solo per riprodurvi, il vostro “amore” è funzionale solo a quello. Che bello, che romanticismo… Questo sì che è il messaggio dell’amore. Chi non ha figli dovrebbe vedersi annullato il matrimonio anche dallo Stato? Ma non volevamo essere un Paese laico? Premesso che mettere su famiglia è una scelta legittima, bella e rispettabile altrettanto come chi sceglie di non farlo (intendo procreare), ma poi Veneziani sa che nel pianeta Terra siamo già in sovrappopolazione e che presto si porranno problemi per la condivisione dei beni e delle risorse (già ora, basti vedere quante guerre) per cui.il rischio estinzione non lo vedo. Anzi le persone che lasciano scegliere gli altri, se è vero che si tratta di etero, non saranno comunque impedite a procreare. Perché tanta ipocrisia? Dite con chiarezza che siete omofobi, che vi sentite superiori, ma non adducete a scuse a cui nemmeno voi stessi se avete un pizzico di cervello per ragionare potete credere.

  3. Valerio

    luglio 28, 2012 at 03:48

    La verità è che l’egoismo di cui poi spesso accusano le coppie gay quando chiedono perché in Italia non sia permessa l’adozione, dovrebbe ritorcerglisi contro. Non è forse vero che nelle coppie etrosessuali, una buona percentuale di coloro che provano a procreare e fare figli, lo fanno per garantirsi qualcuno che lo assista in anzianità e malattia? Non è anche questo egoismo di diventare padri e madri? Spesso alla base della nascita di nuovi esseri umani non c’è affatto un atto di amore disinteressato, anche se poi i genitori possono dare tanto in termini di affetto e sostegno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *