Jean Reno al Giffoni 2012: “Dov’è Roberto Benigni? E’ il mio angelo!”

By on luglio 22, 2012
jean reno giffoni film festival 2012

text-align: center”>jean reno giffoni film festival 2012

“Roberto dove sei? Roberto è un angelo, per me è una malattia, è arte e musica allo stato puro”. Esagera, e anche di molto, Jean Reno, l’artista straniero accorso come ospite ieri al Giffoni Film Festival dove ha messo le mani avanti per una possibile collaborazione con il signore della Divina Commedia proprio come avvenne nel 2005 con il fim “La Tigre e la Neve”. Reno, un artista di calibro che però non si è di certo lasciato intimorire dalle numerose domande poste sia dai giornalisti accorsi in sala, sia dai giovani del Giffoni che hanno ascoltato con attenzione le parole del’attore.

Si è parlato della violenza e delle trame scabrose a cui l’attore ha preso parte:Episodi come questo sono causati il più delle volte dalla follia di singoli uomini, la violenza purtroppo è insita in alcuni esseri umani e la cronaca di tutti i giorni ce lo dimostra. Semmai occorrerebbe interrogarsi su un certo tipo di cultura americana e sulla facilità e pericolosità con cui vengono concessi i porto d’armi Per me la cosa veramente importante è mantenere una condizione fisica simile a quando avevo 17 anni e volevo fare l’attore: non bere troppo, dormire, non prendere droghe, capire che il corpo è uno strumento“.

jean-reno-giffoni-2012-auto

Parlando dei prossimi progetti lavoratici, Jean Reno ha tenuto a precisare che sebbene sia francese vive a New York proprio per lavorare ai grandi film d’azione Made in Usa ma anche per film indipendenti proprio come il nuovo film di Christian Camargo con Katie Holmes, tratto dal “Gabbiano” di Cecov a cui darà la sua arte. Al Giffoni gli è stato chiesto dell’insistentemente voce che parla di una serie tv tratta dal best seller “Io uccido” di Giorgio Faletti e del film su Marco Polo  ma lui ha negato tutto.

Immancabile l’accenno finale al cinema parigino: “la gente ha bisogno di qualcosa per distrarsi dalla vita difficile che è costretta a fare. Anche io quando vedo una buona commedia sono contento. Molti pensano sia semplice far ridere ma non è così, non è mica facile essere Charlie Chaplin“.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *