Olimpiadi Londra 2012, fioretto: tripletta italiana. Di Francisca oro, Errigo argento, bronzo alla Vezzali

By on luglio 28, 2012
Foto di Errigo, Vezzali e Di Francisca Londra 2012

text-align: justify”>Foto di Errigo, Vezzali e Di Francisca Londra 2012Altre medaglie per la nostra nazionale che non poteva iniziare meglio questa avventura alle Olimpiadi di Londra 2012. Dopo l’ argento conquistato da Luca Tesconi nella Pistola 10 metri e l’ oro conquistato dalla squadra maschile di tiro con l’ arco, arrivano tre medaglie dal fioretto femminile. Le nostre atlete sono riuscite ad ottenere la tripletta nelle Olimpiadi di Londra 2012: oro a Elisa Di Francisca, argento ad Arianna Errigo e bronzo a Valentina Vezzali. La finale ha visto il primo set in vantaggio la Di Francisca che è riuscita a chiudere sullo 3 a 2. La Errigo non è riuscita a recuperare lo svantaggio nel secondo set e la differenza è rimasta sempre di un punto, 7 a 6 per la Di Francisca. Ultimo set che si apre con l’ immediato recupero della Errigo (7 a 7) che riesce poi a portarsi in vantaggio di due punti, situazione capovolta. E la Di Francisca dopo essersi trovata sotto di quattro punti, riesce a recuperare nuovamente la partita e si porta in parità (11 a 11). Bisogna andare quindi al minuto supplementare per scoprire la vincitrice ed è proprio Elisa Di Francisca a infilare la stoccata decisiva.

L’ avventura delle nostre ragazze è iniziata questa mattina con Arianna Errigo che ha avuto problemi solo nella prima partita, nei sedicesimi con la venezuelana Choles che era in testa 3 a 1, poi la reazione della nostra atleta che in meno di tre minuti vince la partita 15 a 4. Nella semifinale ha dovuto affrontare la Vezzali che è riuscita a battere ed arrivare in finale. Elisa Di Francisca, invece, ha dovuto affrontare un ottavo di finale da batticuore: è la tedesca Golubytsky che si porta in vantaggio 8 a 3 a metterla in difficoltà. Poi la nostra atleta si sveglia e con un parziale di 9 a 0 si porta ai quarti di finale con il punteggio finale di 15 a 9. Nella semifinale la nostra azzurra ha dovuto affrontare la sudcoreana Nam riuscendo a batterla nel minuto supplementare 11 a 10.

arianna-errigo-londra-2012

La semifinale tutta italiana vedeva la più giovane delle atlete italiane la Errigo scontrarsi con la più titolata Vezzali che parte bene, ma poi subisce la rimonta dell’ avversaria che si porta avanti di 3 punti con un parziale di 12 a 9 già prima della fine del primo set. Poi la Errigo domina la rimonta della Vezzali e si porta in finale con un punteggio di 15 a 12. Valentina Vezzali inizia bene la sua avventura e senza problemi supera la giapponese Nishioka 14 a 8 ai sedicesimi. Vittoria facile anche agli ottavi di finale contro la cinese Chen (15 a 6). E’ nei quarti di finale che la nostra Valentina deve soffrire di più contro la tunisina Boubakri che riesce a rimontare lo svantaggio di 4 punti, portandosi sul 5 pari. Poi ancora la Vezzali avanti, ma la tunisina non si arrende e riesce a rimontare nuovamente il punteggio. Si va al tempo supplementare dove la Vezzali riesce a trenta secondi dalla fine a sferrare la stoccata decisiva che l’ ha portata in semifinale. Nella finale per il terzo posto la nostra campionessa ha trovato la sudcoreana Nam: il primo set si è concluso sullo 2 a 2. Le atlete si sono studiate molto e non hanno rischiato nulla nella prima frazione di gioco, nella seconda la nostra atleta è riuscita a portarsi in vantaggio di due punti con un finale di 6 a 4. Nel terzo set la coreana rimonta e si porta anche in vantaggio sul 9 a 6, grazie anche ad un doppio fallo della Vezzali. Sul finale la nostra atleta in difficoltà sotto di quattro stoccate a 12 secondi dalla fine, riesce in quei pochi secondi a recuperare tutto e si va al minuto supplementare dove riesce a rifilare la stoccata decisiva, è bronzo.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *