Olimpiadi Londra 2012, Tweet razzista squalifica il calciatore del Palermo Morganella

By on luglio 31, 2012
olimpiadi londra 2012 squalifica morganella michel tweet razzista

text-align: justify”>olimpiadi londra 2012 squalifica morganella michel tweet razzista

Je fonsde out les coreen allez sout vous lebru. ahahahahah deban zotre” ovvero “Voglio abbattere tutti i coreani. Datevi fuoco. ahahahahah Massa di handicappati: è stato questo il tweet incriminato che ha decretato esplusione dalla gare olimpiche per il calciatore svizzero Michel Morganella. L’atleta che in italia gioca nel Palermo è stato mandato via per il potente contenuto razzista del messaggio, cosa non molto gradita in una competizione pacifica come le Olimpiadi.

Ad aggiungersi a questo, va inoltre evidenziato che dalla cerimonia d’inaugurazione fino alla fine di tutte le gare, per gli atleti è vietato usare ogni genere di social network:  pubblicare status su Facebook, Twitter, Tumbrl o quasiasi altro sito di comunicazione di massa è dunque proibito pena la squalifica. Morganella ha dunque infranto due delle regole più ferree applicate in questa edizione delle Olimpiadi, vedendo dunque sfumata la possibilità di poter giocare una seconda partita negli stadi di Londra. Ma da dov’è nato questo sfogo razzista contro i giocatori della Corea?

morganella-svizzera-contro-corea-del-sud-partira-di-calcio-olimpiadi-2012-londra

Purtroppo è stato un gesto d’ira causato dalla prima partita di calcio della nazionale svizzera persa proprio contro la Corea del Nord per 2 gol a 1. L’annuncio della squalifica è stato fatto in conferenza stampa il Capo Delegazione della Svizzera Gian Gilli  che è rimasto addolorato del fatto che: “Ha discriminato, insultato e violato la dignità della squadra della Corea del Sud e per questo merita la più netta condanna per il suo gesto… Non mi piace sanzionare un’atleta per un comportamento che va oltre lo sport ma questo è un caso grave e non abbiamo alternative. Spero che Michel possa trarre insegnamenti utili per la sua carriera “.

Dopo le scuse di rito con il Capo Delegazione coreano Ki-Heung che però sembra non aver voluto avere contatti con la controparte svizzera, il calciatore ha poi rivolto le sue più sentite scuse: “Mi spiace per quello che ho appena scritto ma ero preso dalle emozioni del dopo partita. Ce n’eravamo accorti, caro Morganella! Tornando alla nostra nazionale invece, restate in campana per la finale con la Pellegrini e del fioretto uomini.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *