Parla l’agente delle Olgettine: “Berlusconi sapeva che Ruby era minorenne. E fece sesso con Noemi Letizia”

By on luglio 8, 2012
berlusconi-ruby

text-align: justify”>Processo Ruby: Berlusconi sesso con Ruby e Noemi Letizia

Lo scoop è  del Fatto quotidiano, da sempre attento alle vicende giudiziarie di Silvio Berlusconi (c’è da dire che su questo fronte gli spunti di riflessione non mancano mai) ed è di quelle in grado di stravolgere l’esito processuale del cosiddtto Ruby gate. A parlare dopo mesi di silenzio è l’agente delle cosiddette Olgettine, le ragazze che partecipavano, o forse partecipano ancora, alle feste di Arcore organizzate dall’ex Premier. “Cene eleganti con innocenti gare di burlesque“, ha  sempre sostenuto lui. Ma dai racconti delle ragazze emergono scenari di spettacoli a sfondo sessuale, con ragazze nude o seminuderapporti intimi del Cavaliere con alcune ragazze, tanto che i pm di Milano prefigurano il reato di induzione alla prostituzione, anche minorile. E questo è il punto.

L’agente delle Olgettine Francesco Chiesa Soprani interviene proprio sull’età delle giovani frequentatrici di Arcore, specificando che l’allora Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sapeva che Karima El Marough, detta Ruby, all’epoca delle feste fosse minorenne. Circostanza sempre negata dai legali di Berlusconi, secondo i quali la ragazza avrebbe mentito sulla sua età fingendosi più che ventenne. Ma questo racconto di Soprani, se l’uomo fosse ascoltato come testimone nel processo Ruby in corso a Milano, potrebbe aggravare la posizione di Berlusconi proprio in relazione al reato più spinoso da cui tenta di difendersi, quello di prostituzione minorile. “Ho l’ufficio di fronte a quello di Mora dal 2004 – racconta Soprani al FattoUna sera trovai Fede (Emilio, ndr), in attesa con la scorta, e andai a salutarlo: volevo conoscere la ragazza bella e prosperosa che era con lui, Ruby. Il direttore, con conferma della stessa ragazza, mi disse che era minorenne e che quindi non poteva avere un agente, ma che Lele (Mora, ndr) e il presidente al compimento della maggiore età l’avrebbero inserita come meteorina (…) La procura sta cercando di accertare ciò che è vero, perché io l’ho sentito di persona“. Non solo. Soprani sostiene che Berlusconi avesse avuto rapporti sessuali con un’altra minorenne, Noemi Letizia, la ragazza di Casoria che scatenò la polemica sulle frequentazioni femminili del Premier quando lui si recò alla sua festa di diciottesmo compleanno.

berlusconi-ruby

Da agente della ragazza, Soprani racconta: “Lei stessa mi raccontò di aver avuto rapporti intimi con Berlusconi. In due episodi. Uno la sera del 31 dicembre 2008 a villa Certosa, lei era ancora minorenne e mi fu confermato anche da un’altra ospite alla festa. Il secondo nei mesi successivi, me ne parlò Noemi in auto di ritorno da una serata. Anche in quel caso le fu promesso che da maggiorenne avrebbe lavorato come meteorina“. Personaggio legato a Mora e Corona, indagato e poi assolto per prostituzione nell’inchiesta Vallettopoli, Soprani decide di parlare solo adesso perchè si dice “indignato” dalla presa in giro nei confronti degli italiani: “Era nota la minore età sia di Ruby sia di Noemi. Sono riusciti a comprare il silenzio delle ragazze. Tutto a posto, ma io a passare per fesso non ci sto. Fare sesso a 70 anni sì, ma raccontare la storiella del Burlesque mi sembra eccessivo. Ma gli italiani non si ribellano?“. Soprani aggiunge che il Cavaliere paga le ragazze per il loro silenzio: sia Barbara Guerra, che Marysthell Polanco che altre Olgettine sono mantenute dall’ex Premier, così come Noemi Letizia. Il padre della ragazza si sarebbe affidato a Soprani per curare l’immagine della figlia, ma non per soldi, perchè “siamo a posto così, chi doveva intervenire ci ha sistemato“, avrebbe detto. L’agente si dice pronto ad essere ascoltato dalla magistratura per porre fine ad una farsa durata due anni e raccontare una verità di cui è stato testimone diretto. “Il mio è uno sfogo, non mi va che passi tutto come nulla fosse. Fede immagino abbia ricevuto una buonuscita importante, Berlusconi sicuro si ricandida e magari vince con qualche idea come quella di tornare alla lira, Corona è in giro e si diverte, Mora esce dal carcere e ha riserve di denaro garantite. Insomma, finisce tutto nel nulla, come sempre in Italia. La giustizia è diventata quasi effimera, inesistente“. L’intervista integrale su IlFattoQuotidiano.it.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *