Vasco Rossi e Laura Schmidt sposi: “Usciti dalla clandestinità” (video)

By on luglio 8, 2012

vasco rossi matrimonioL’aveva annunciato dalla sua pagina facebook e l’ha fatto: Vasco Rossi ha sposato Laura Schmidt, sua compagna da circa venticinque anni. Una decisione dettata da esigenze burocratiche, come ha ampiamento spiegato mettendo da parte ogni romanticismo. Sarà. Fatto sta che ieri, a Zocca (suo paese natale), il celebre rocker è apparso felice quanto emozionato. Indossava una camicia bianca aperta quasi a metà, con collanina bene in vista, una giacca e un paio di pantaloni scuri. La Schmidt, invece, ha optato per un abitino nero fin sotto il ginocchio e una casta scollatura coperta da pizzo (anche quello nero). Il matrimonio è avvenuto con rito civile (officiato dal vicesindaco Francesco Bagnaroli), poco dopo le cinque del pomeriggio, nella Sala Giunta del Palazzo comunale. Testimoni, il figlio Luca Rossi (21 anni) e la sorella di lei, Liliana.

Alla cerimonia civile sono stati ammessi soltanto i parenti stretti di entrambi. Una nutrita folla di fans ha atteso Vasco, sotto casa, fin dal mattino (con quel caldo!); più di qualcuno è rimasto però deluso, perché il cantante non s’è fatto vedere nemmeno per un saluto. Del resto, lui l’aveva detto a chiare lettere che non si sarebbe trattato di un evento, di una festa, ma soltanto di una questione burocratica. I più fortunati sono riusciti a beccarlo all’uscita del municipio, ma i primi “posti” erano occupati da giornalisti e fotografi, davanti ai quali Vasco si è fermato qualche istante, commentando: “Un piccolo ma grande passo per l’uomo“. Poi le guardie del corpo hanno fatto scudo. La più gongolante era Novella, la mamma di Vasco, che invece ha sospirato un “era ora!” e un “me l’aveva promesso…“.

La sera, però, Vasco ha… recuperato con i suoi fans, pubblicando un video su facebook e youtube (guarda alla fine del post): “Bene, bene… Diciamoci la verità: anche questa è andata“, ha detto con un sorrisetto e mostrando la fede al dito. “Vedete? Siamo regolari, diciamo che siamo rientrati nella legalità, siamo usciti dalla clandestinità nella quale abbiamo dovuto vivere per vari motivi, diciamo che la più contenta è stata la mamma che ha visto il figlio sistemato… sistemato proprio!“. Poi, un’irrinunciabile nota di ironia: “Non avrò fatto il passo più lungo della gamba?“.

http://youtu.be/DxzCTAsYdPU

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *