Zelig, la comicità per ravvivare la domenica pomeriggio di Canale 5

By on luglio 1, 2012
Foto Teresa Mannino

text-align: center”>Teresa Mannino forse a Zelig

Ancora incertezze sul futuro di Zelig: proprio ieri era circolata una voce secondo la quale, dopo il duplice addio del suo storico capocomico Claudio Bisio e della showgirl Paola Cortellesi, si stava pensando al coinvolgimento di Paolo Bonolis, ma il rumour è stato subito messo a tacere. A parere di chi scrive, pur essendo il conduttore romano un fuoriclasse della tv, sarebbe stato difficile vederlo su quel palco a presentare dei comici non più irresistibili e a dirla tutta non è che il Paolino nazionale ami tanto condurre i programmi che sono stati di altri, almeno in questa fase, Sanremo a parte: Ciao Darwin, Il senso della vita, Chi ha incastrato Peter Pan? e da ultimo Avanti un altro! sono creature partorite dalla sua mente.

Così riprendono quota le ipotesi che vogliono come erede di Bisio un buon attore di cinema come Fabio De Luigi, nonostante quest’ultimo non sia molto avvezzo al piccolo schermo (ha presentato qualche anno fa un’edizione de Le Iene e cocondotto con Gianfranco Funari nel 2007 in Apocalypse Show), mentre come sua spalla sarebbe stata individuata la comica siciliana Teresa Mannino, già in quel ruolo a Zelig Off e protagonista dello spettacolo “Terrybilmene dilagante” andato di recente in onda su Raidue che ha ottenuto l’otto per cento di share. I colleghi venuti dopo di lei nella rassegna settimanale dei comici hanno raccolto solo le briciole.

Si tratta al momento solo di ipotesi, ma non si capisce per quale motivo si debba insistere sulla coppia di comici come conduttori, a maggior ragione che Claudio Bisio e Paola Cortellesi insieme non abbiano funzionato perfettamente, anzi il più delle volte l’uno oscurava l’altra e viceversa. Un conduttore comico necessita di una presentatrice pura o di una valletta che – è brutto dirlo ma è così  – subisca le battute di chi le è accanto. E naturalmente, Zelig non è solo conduzione, è soprattutto comicità: gli autori dovrebbero anche occuparsi di potenziare il parco degli artisti, negli ultimi due anni soggetto ad un impoverimento.

claudio-bisio

Tempo di rivoluzione per Zelig dunque, ma sarebbe opportuno anche ripensare la collocazione oraria: il venerdì sera il varietà comico di Canale 5 ha subito – anche se solo nelle ultime puntate – la sconfitta di Tale e Quale Show ed è stato messo in difficoltà da Non sparate sul pianista nonostante la modestia del programma di Fabrizio Frizzi. Inoltre, molti ragazzi il venerdì sera escono, quindi perchè non assegnare un’altra collocazione come la domenica pomeriggio, magari a partire dalle 17? Per chi non volesse trascorrere il giorno festivo alle prese con arene populiste e omicidi da conoscere in salsa panicucciana, si potrebbe tornare a trascorrere una domenica all’insegna dell’allegria in un palinsesto ideale  che inizia da Quelli che … su Raidue alle 13.45, continuando con il cabaret di Mediaset. Condividete la nostra proposta?

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *