A Miss Italia torna il costume intero. Il conduttore Fabrizio Frizzi: “A me il bikini andava benissimo”

By on agosto 14, 2012

text-align: justify”>Miss Italia: torna il costume intero al posto del bikini

Una piccola rivoluzione al contrario, un ritorno al passato in nome della tanto invocata sobrietà che ormai sembra debba essere il principio ispiratore di ogni cosa: gli organizzatori di Miss Italia hanno deciso che dalla prossima, imminente edizione, le ragazze in concorso non indosseranno più il bikini ma un costume intero poco sgambato e dalla linea classica. Basta “costumi rivelatori”, dunque, che troppe critiche hanno attirato sulla manifestazione, accusata di mettere in esposizione le ragazze come merce, accompagnate da un anonimo numero durante sfilate sexy. La decisione di tornare indietro alle primissime edizioni del concorso di bellezza è stata annunciata da Patrizia Mirigliani, figlia dello storico patron Enzo: “Con questa tipologia di costume ci riferiamo alla bellezza classica e a quella degli anni ’50, dei miti femminili, che ancora oggi ricordiamo e prendiamo ad esempio“.

La decisione si attesta sulla stessa lunghezza d’onda del nuovo corso che Anna Maria Tarantola vorrebbe imporre all’azienda: la notizia delle miss dall’aspetto più morigerato arriva infatti con tempismo perfetto. Solo il giorno prima, il Corriere della Sera aveva diffuso la notizia di un monito lanciato dalla Presidente Rai durante la prima riunione del nuovo cda: la tv si fa portavoce di un’immagine della donna troppo stereotipata e appiattita su argomenti futili come la chirurgia plastica. Una tendenza da invertire nel nuovo servizio pubblico. Ed ecco servita la risposta di Miss Italia, che andrà in onda tra meno di un mese, il 9 e 10 settembre. A commentare la novità è stato anche il conduttore della kermesse, il sempreverde Fabrizio Frizzi, in un’intervista al Giornale, che stamattina ha efficacemente titolato in prima pagina “La Rai mette i mutandoni alle Miss“.

fabrizio-frizzi

A me il due pezzi, ovviamente in un contesto di eleganza, andava benissimo” ha dichiarato Frizzi, spiegando poi che le influenze politiche deli vertici Rai e perfino del governo tecnico si sono fatte sentire anche su Miss Italia. “Patrizia ha fatto questa scelta sulla scorta degli incitamenti della ministra Fornero, e della neopresidente Rai Tarantola, riguardo il buon esempio che la Rai deve dare. Sul quale concordo. Ma questo è un concorso di bellezza: bisogna che, pur evitando morbosità, la figura fisica delle ragazze sia messa in risalto. Studieremo una soluzione elegante che lo consenta”. Frizzi, che a Miss Italia è legato anche per vicende personali (proprio al concorso di bellezza ha conosciuto la compagna Carlotta Mantovan), ne ha condotte ben diciassette ed ha annunciato anche delle novità per l’edizione 2012, la settantatreesima della storia: “Modificheremo i meccanismi della gara, aumenteremo il numero delle partecipanti e aumenteremo le occasioni per metterne in risalto la loro personalità. Senza metterci a fare gli intellettuali, ovvio. Pur sempre d’un concorso di bellezza si tratta…“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *