Canale 5, i film che vedremo in Autunno: Benvenuti al Sud. Trama, trailer e fotogallery

By on agosto 13, 2012
Claudio Bisio foto

text-align: justify”>Claudio Bisio foto

Continua il nostro speciale dedicato ai palinsesti autunnali: vi abbiamo già parlato delle novità in casa Mediaset diverso tempo fa, anticipandovi programmi, format e conduttori. Non solo programmi, però, avevamo anche detto: saranno tante anche le pellicole cinematografiche di successo che vedremo su Canale 5 nei prossimi mesi, a cominciare da Avatar (qui la scheda del film). Oggi sarà la volta di Benvenuti al Sud, grandissimo successo del cinema nostrano diretto da Luca Miniero e ispirato alla pellicola francese Giù al Nord, con un ricco cast che annovera, tra gli altri, Claudio Bisio, Angela Finocchiaro e Alessandro Siani. Il film, uscito in tutte le sale italiane alla fine del 2010, è una sorta di remake del lungometraggio d’oltralpe (titolo originale: Bienvenue chez les Ch’tis), dal quale sono stati anche tratti molti dei dialoghi nella prima parte del film, mentre per la seconda parte sono state pensate e adattate sceneggiature sostanzialmente differenti, in modo da rendere la trama più realistica e aderente alla realtà italiana. Al buon successo di critica fece seguito un clamoroso (ed inaspettato) successo d’incassi: con quasi 29.856 milioni di euro, il film diventò per qualche settimana il secondo miglior incasso al botteghino italiano per una pellicola nostrana, dietro (per un soffio) a La vita è bella di Roberto Benigni (successivamente entrambi verranno surclassati da Checco Zalone). Nel 2012 è stato rilasciato il sequel Benvenuti al Nord, che ha confermato più o meno il successo d’incassi ma non ha entusiasmato come il predecessore. Di seguito troverete la trama, una ricca fotogallery e il trailer ufficiale di Benvenuti al Sud.

 

Alberto Colombo (Claudio Bisio), direttore di posta in un paesino in Brianza, per ottenere l’agognato trasferimento a Milano si finge disabile: scoperto l’inganno, per punizione viene trasferito a Castellabate, in provincia di Salerno (ma genericamente indicato come Napoli).  Il trasferimento verrà vissuto dal protagonista e dalla sua famiglia come una vera e propria condanna, ma dopo qualche iniziale scetticismo ed evidenti contrasti, Alberto finirà con l’apprezzare quei posti meravigliosi e la gente del luogo. Alla moglie Silvia (Angela Finocchiaro) fa però credere l’esatto contrario, per fingersi in seria difficoltà e tentare di ricostruire in questo modo un rapporto sfasciato. Silvia decide di recarsi di persona a Castellabate, ma Mattia (Alessandro Siani), Maria, Costabile grande e Costabile piccolo, colleghi e amici di Alberto, nonostante l’iniziale delusione per le menzogne del direttore, decideranno di aiutarlo. Insieme agli abitanti di Castellabate, organizzano infatti una memorabile sceneggiata, facendo credere a Silvia che effettivamente il marito vive una realtà disastrata. Scoperto l’inganno e credendo che il marito la tradisca con la bella Maria, Silvia decide di lasciare Alberto e di ripartire per il Nord, ma, una volta comprese le reali intenzioni del marito, lo perdona e decide di trasferirsi a Castellabate insieme al figlio Chicco per i prossimi due anni. Alla fine, dunque, l’esperienza in Campania si rivelerà magnifica, e al momento della partenza non mancheranno le lacrime e i rimpianti. “Quando un forestiero viene al Sud piange due volte, quando arriva e quando parte” (Mattia Volpe).

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *