Che tempo che fa: arriva Saviano il lunedì. Ecco le novità della prossima stagione

By on agosto 8, 2012
che tempo che fa

text-align: justify”>che tempo che faL’uomo dell’anno (che verrà) signori: Fabio Fazio. A lui il timone del prossimo Festival di Sanremo (a proposito si vocifera la presenza della Marcuzzi accanto a Fazio) e a lui il gran ritorno di “Che tempo che fa”, cavallo di razza della scuderia Rai. Non è una novità, anche nella scorsa stagione, il varietà travestito da approfondimento meteorologico è stato il programma più visto di Raitre. Numeri altissimi, introiti pubblicitari mica da ridere e la presenza di ospiti internazionali che persino le prima grandi serate di Raiuno si sognano. A coronare il tutto, l’altra metà del cielo, la donna della vita professionale di Fazio: Luciana Littizzetto, colpevole di aver fatto ritardare tutte le prime serate di tutte le altre reti a causa del picco d’ascolti della sua omelia domenicale.

Che tempo che fa però, va avanti da diversi anni e, per quanto sia lontano il sentore di una crisi, va decisamente svecchiato. La prossima stagione infatti sarà decisamente all’insegna delle novità. Che tempo che fa non andrà più in onda il sabato e la domenica ma la domenica e il lunedì.

L’appuntamento del giorno festivo resterà invariato per orario e formula mentre il lunedì, lo show di Fazio si protrarrà fino alle 22.30, lasciando così a Raitre il compito di organizzare una seconda serata. Scelta questa, che potrebbe risultare vincente: la collocazione del lunedì, nonostante la concorrenza dei film, sembra essere ideale per il prodotto, soprattutto alla luce delle novità.

che-tempo-che-fa-6-novembre

Che tempo che fa di Lunedì vedrà la presenza di Roberto Saviano e sarà una sintesi di tre programmi: Che tempo che fa, Vieni via con me e Quello che (non) ho. Il rischio di cadere nel già visto o di perdersi nel vortice della noia o della pretenziosità è altissimo. Ma d’altronde è un rischio che va corso, e siccome Fazio ama il brivido (basta vederlo), ecco spuntare all’orizzonte la possibilità di un Saviano anche durante il festival della canzone italiana.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *