Olimpiadi Londra 2012: scandalo badminton, 8 giocatrici espulse per “biscotto”

By on
badminton olimpiadi londra 2012 scandalo biscotto espulsione cina corea indonesia

text-align: center”>badminton olimpiadi londra 2012 scandalo biscotto espulsione cina corea indonesia

Sembravano già lontani i tempi del biscotto agli Europei di Calcio fra Spagna e Crozia e invece ce lo dobbiamo sorbire anche in salsa orientale alle odierne Olimpiadi di Londra 2012. Ha creato un vero e proprio scandalo fra ieri e oggi una strana (ma davvero strana) performance di alcune squadre di badminton durante le gare di qualificazione. Le due partite incrminate vedevano sfidarsi le cinesi Wang Xiaoli e Yu Yang contro le sud-coreane Jung Kyung Eun e Kim Ha Na, e poi ancora l’altra coppia della Corea del Sud Ha Jung Eun e Kim Min Jung contro le indonesiane Meiliana Jauhari/Greysia Polii.

L’andamento dei lanci, dei rilanci e delle riprese erano davvero troppo improponibili ed ancora più improponbile erano i punteggi finali dei vari set disputati: uno schiacciante 21 a 0 su due giocate consecute, nel primo caso a favore della coppia cinese e l’altra a favore delle sud-coreane. Analizzando le partire, si notava benissimo come le atlete fingevano altamente di giocare arrivando addirittura a lanciare di proposito il volano fuori campo regalando il punto alle avversarie. Dopo i numerosi avvertimenti dell’arbitro di gara che aveva fin da subito notato attegiamenti strani nello svolgimento dei giochi, ha interrompere tutto ci ha pensato l’arbitro responsabile di tutto il torneo olimpico Torsten Berg che ha espulso senza mezzi termini tutte e otto le giocatrici prese in causa. Non sono mancati i fischi del pubblico in arena.

badminton-olimpiadi-londra-2012-cina-corea

Come mai il biscotto? Le sconfitte di Corea del Nord (nel primo caso) e dell’Indonesia avrebbero garantito a tutte e quattro coppie furbette un ottimale posizionamento nel tabellone del torneo in modo da smarcare gli ottavi e i quarti di finale con squadre molto meno brave in questa disciplina. Fa specie sapere però che proprio la coppia cinese, la numero uno al mondo, sia arrivata a questo mezzuccio, pur di non fare una figuraccia durante le Olimpiadi. Peccato, l’hanno fatta uguale. Passano il girone A e C in automatico Russia, Canada, Australia, Sud Africa.

Sebbene ci sia stato un tentativo di difesa da parte di alcune accuse, le riprese video hanno lasciato ben poco alle parole. Oltre all’esplusione per le otto atlete è in corso una grossa sanzione disciplinare visto che, da fonti poco certe, alcuni parlano di scommesse clandestine su discipline poco in vista, proprio come il badminton. Il fattaccio nel frattempo è arrivato alla tv nazionale Cinese e le atlete hanno dovuto obbligatoriamente inviare delle scuse ufficiale in un video. Ultima notizia, ma non per importanza, una delle due cinesi, la Yang, ha deciso di abbandonare per sempre le racchette e il volano: “E’ la mia ultima competizioneAddio, federazione internazionale di badminton. Addio, mio amato badminton”.

Chiudiamo in bellezza? La nuotatrice cinese Ye Shiwen è stata accusata due giorni fa di far uso di sostanze dopanti ma…

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *