Pace fatta tra Lele Mora e Courmayeur: l’ex agente dei vip si era cacciato nei guai ancora una volta

By on agosto 19, 2012

text-align: justify”>

Non aveva fatto in tempo ad uscire dal carcere che già si era ficcato nei guai: a far credere che per Lele Mora (in foto insieme alla figlia Diana, ndr) e la sua cricca nulla fosse cambiato rispetto agli anni d’oro del business e della celebrità era stato lo spiacevole episodio venuto a galla qualche giorno fa grazie ad un social network. L’assessore all’ambiente di Courmayeur, Federica Cortese, aveva denunciato via Twitter l’ennesima bravata di Mora, reo stavolta di avere violato platealmente le regole dell’amministrazione in merito all’accesso alla valle durante il suo soggiorno di Ferragosto nella località valdostana: “LeleMora il suo comportamento mi fa pensare che umiltà e rispetto non siano nel suo Dna“. Un accusa che è diventata molto più articolata in un successivo tweet di risposta all’ex governatore regionale Luciano Caveri che chiedeva spiegazioni in merito: “Con i suoi simpatici accompagnatori – ha scritto l’assessore – ha sfondato i blocchi in Val Ferret. Prese le targhe, ora tocca alle forze dell’ordine“. Insomma, Mora si era ben guardato dal rispettare il divieto di ingresso agli autoveicoli nella valle e piuttosto che prendere le apposite navette aveva pensato bene con i suoi amici di procedere dritto per la sua strada.

Il suo avvocato si era prontamente esposto per chiarire la posizione di Mora: “Lele  non ha la patente, dunque è estraneo ai fatti“. Forse non guidava, ok. Ma resta il fatto che la sua compagnia si è ben guardata dal rispettare i divieti imposti alla circolazione, con fare “arrogante” e “irrispettoso”, almeno secondo quanto spiegato all’assessore dagli addetti al traffico. Un ritratto che certo non si addice all’immagine del nuovo Lele Mora, o meglio Gabriele, come preferisce farsi chiamare adesso. Toni pacati e atteggiamento sommesso, visibilmente scosso nel fisico e (almeno all’apparenza) anche nell’animo, appena fuori dal carcere di milanese di Opera, Mora ha annunciato di volersi rifare una vita lontano dagli eccessi e dalle volgarità dello showbusiness di cui è stato emblema indiscusso. E certo forzare un posto di blocco per entare in una delle mete vacanziere più chic d’Italia non è un buon inizio. Sarà per questo che si è premurato di incontrare l’amministrazione di Courmayeur per spiegare (a detta sua) cos’è successo davvero quel giorno e perchè si è reso protagonista di una contravvenzione…

foto-mora-dopo-carcere

Secondo l’ex agente dei vip, che ha scontato un anno e mezzo di carcere per bancarotta fraudolenta della sua agenzia LM Management, i suoi amici erano in attesa di entrare regolarmente nella valle nei pressi di Lavachey, non appena fosse scaduto il termine per l’accesso agli autoveicoli fissato per le ore 16.00. Fermi al punto di controllo della viabilità, i guidatori hanno male interpretato, sempre secondo Mora, quel che hanno visto, e cioè due auto proseguire oltre il blocco. Inconsapevoli del fatto che si trattava di veicoli autorizzati, anche gli amici di Mora hanno pensato di poter proseguire, immaginando che la limitazione al traffico fosse già terminata. Una versione certo più light di quella riportata dall’assessore, che comunque non combacia con l’atteggiamento “arrogante” e “irrispettoso” raccontato dai presenti.  Ad ogni modo la questione si è conclusa con reciproca soddisfazione: Mora si è scusato con gli amministratori e gli addetti al traffico, dichiarando di essere favorevole a misure a salvaguardia dell’ambiente, mentre i suoi interlocutori hanno apprezzato la volontà di chiarire l’accaduto. Stavolta dunque l’allarme è rientrato. Ma quanto tempo passerà prima della prossima bravata?

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *