Pippo Baudo rifiuta le avances del Pd: “Volevano candidarmi alla Regione Sicilia”

By on agosto 4, 2012
Pippo Baudo rivela: "Il Pd voleva candidarmi ma ho rifiutato"

text-align: justify”>Pippo Baudo rivela: "Il Pd voleva candidarmi ma ho rifiutato"

Agli elettori del centrosinistra serviva giusto una notizia come questa per disorientarli più di quanto già non lo siano nell’ultimo periodo: dopo l’asse Vendola-Bersani aperto all’Udc, la possibile lista civica dei sindaci e la candidatura di Antonio Di Pietro a premier con una coalizione alternativa, l’ultima novità in fatto di alleanze elettorali arriva dalla Sicilia. Nella Regione a statuto speciale in cui si è appena dimesso il Presidente Lombardo, sembra che il Pd brancoli nel buio tanto quanto a livello nazionale, fino ad arrivare a contattare uno storico personaggio televisivo come Pippo Baudo per proporgli una candidatura alla massima carica regionale. Evidentemente devono aver essere stati contagiati dagli avversari del Pdl, che in quanto a poltrone offerte a star e starlette della tv sono maestri, per arrivare a proporre il nome di un conduttore alla guida di una Regione sull’orlo del default finanziario.

Eppure non si tratta di una semplice indiscrezione, perchè a confermare l’interessamento del partito di Bersani è stato lo stesso Baudo: “Mi hanno chiesto di candidarmi alle prossime elezioni in Sicilia, me lo ha chiesto il Pd” ha dichiarato ai microfoni del programma radiofonico di Radio 24 La zanzara. “Mi ha chiamato un mio amico che milita nel Pd, ai massimi livelli, e me lo ha chiesto – ha spiegato Baudo – Ma gli ho detto di no. Per la prima volta dichiaro una mia incompetenza specifica: non saprei governare, e soprattutto non vorrei essere governato da altri, con tutti quei compromessi che ci vogliono in politica“. Dunque il conduttore ha gentilmente declinato l’invito, la politica non fa per lui e comunque si è detto dubbioso sull’ipotesi di poter vincere le elezioni “a mani basse“. L’intervista è stata anche l’occasione per sfatare il mito che vorrebbe Baudo convinto democristiano: “Ho sempre votato a sinistra, e adesso voto per il Pd” ha confessato ai conduttori Parenzo e Cruciani.

foto-pd

Ad ogni modo Baudo ha un’opinione ben precisa su cosa servirebbe alla sua terra: “La Sicilia ha bisogno di una rivoluzione culturale. Ha professionisti di altissimo livello, docenti, medici e architetti ma non si sporcano le mani facendo politica e l’hanno delegata a questi politici di professione“. Un Baudo incontenibile e senza remore, quello intervenuto a La Zanzara, che si lancia in giudizi politici e racconta anche le sue personali avversità con certi esponenti del Pdl come Maurizio Gasparri. I due si sono attaccati a vicenda più volte, con critiche reciproche rivolte da un lato alla contestatissima legge che regola il sistema radiotelevisivo e che porta il nome dell’ex ministro pidiellino (“una schifezza di legge” secondo Baudo), dall’altra con le invettive contro un Pippo Nazionale considerato “un conduttore finito” che dovrebbe ritirarsi dalle scene. “Maurizio Gasparri è un mio nemico storico – ha dichiarato Baudo – È ovvio che politicamente non la penso come lui ma non credo sia sufficiente per attaccarmi continuamente. Per fortuna non c’è più il confino, come ai tempi del fascismo. Gli piacerebbe mandarmi a Ustica. Invece sono ancora vivo“. Infine, visto l’argomento tutto politico dell’intervista, non poteva mancare una domanda sul ritorno di Silvio Berlusconi come candidato premier per il centrodestra nel 2013: “E’ una minestra riscaldata – risponde secco Baudo, sostenendo che alla fine il Cavaliere rinuncerà a scendere di nuovo in campo – Lui vorrebbe tutta l’Italia in piedi che dice ‘torna, torna’, ma non succederà“.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *