Quelli che il calcio: addio ai collegamenti con gli stadi ma tante altre novità

By on agosto 17, 2012
quelli che il calcio 2012 2013 cabello trio medusa pantani raffaele caputi

text-align: center”>quelli che il calcio 2012 2013 cabello trio medusa pantani raffaele caputi

Torna puntuale come un orologio l’appuntamento settembrino con Quelli che il calcio che per il secondo anno di seguito vedrà alla conduzione Victoria Cabello, ampiamente riconfermata nel palinsesto Rai. Riconfermato anche tutto il cast presente dalla precedente edizione come Massimo Caputi alle news calcistiche e il Trio Medusa pronto a disturbare in ogni momento il programma in corso. Torna Jean Claude, Madre e tutta la carovana di “Sensualità a Corte” e ultimi, ma non per importanza, riconfermata la presenza di Ubaldo Pantani e Virginia Raffaele in veste di imitatori. Riposo forzato per la Bèlen della Raffaele che tanto ha tenuto banco nel programma.

La conduttrice ha rilasciato una lunga intervista dove parla delle sua esperienza avuta lo scorso anno con Quelli che il calcio, fa i complimenti alle persone che hanno collaborato con lei e annuncia tutte le novità presenti nella prossima edizione a cominciare proprio dal nuovo studio: “Andremo nello studio lasciato da Fabio Fazio, a Corso Sempione. E’ un posto storico, del ’59, ha un allure incredibile. Io, finora, ho lavorato sempre nei capannoni, questo è uno studio d’epoca. La nuova scenografia a cui stiamo pensando valorizzerà questo aspetto. Avete presente l’ingresso della Tate Modern? Ecco, vorrei ispirarmi proprio a quel museo inglese.

cast-quelli-che-il-calcio-2012-2013

Un’altra novità sarà affibbiata al Trio Medusa che potrebbe perdere la scrivania molto distaccata dal resto dello studio: “Sto pensando ad un nuovo tavolo  per farmi affiancare nelle interviste tanto per straparlare un po’, come si fa in radio dice la conduttrice.

Novità a parte, in Rai si respira aria di tagli e anche il programma para-calcistico di RaiDue non fa eccezzione. Sarà una edizione dettata dal risparmio annuncia la Cabello senza mezzi termini che, visti i diritti delle partite non acquistati dall’emittente del servizio pubblico, per questa stagione dovrà dire addio ai collegamenti in diretta con gli stadi. Come rimediare a questa grave mancanza? La conduttrice dichiara che si farà un buon uso delle teche Rai ma soprattutto svieranno il problema collegandosi con le case di alcuni italiani che stanno guardando la partita.

Nuovo studio, sperimentazioni tv-radio, collegamenti con le case dei telespettatori: saremo pronti a gustarci tutte queste novità in un sol colpo? Le novità faranno bene o male all’auditel? Per saperlo, non ci resta che collegarci dal 16 settembre su RaiDue per vedere che effetto farà tutto questo importante subbuglio mediatico.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

One Comment

  1. anselmo

    agosto 19, 2012 at 19:07

    Penso che “Quelli che il calcio…”,senza i collegamenti in diretta dagli stadi,sia una
    trasmissione destinata a subire forti perdite di telespettatori! E’ preferibile seguire
    la diretta radio del “calcio minuto per minuto”,per sentire le emozioni delle azioni di
    gioco, da cui ogni sportivo o tifoso non può prescindere.Massima comprensione
    e doverosa stima per la Cubello, ma Fabio Fazio era un’altra cosa! Sarebbe troppo
    facile parlare di una Rai molto generosa e poco accorta nella gestione delle sue
    cospicue entrate (pubblicità e canone),ma alla fine,a pagare,sarà sempre l’incolpevole
    contribuente!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *