Rai, una fiction per raccontare gli anni del terrore: Preziosi, Boni e Rocca nel cast

By on agosto 23, 2012
Stefania Rocca, Trilogia Anni '70

text-align: justify”>Stefania Rocca, Trilogia Anni '70Il terrorismo raccontato attraverso le storie di tre “borghesi” italiani, ignari del destino da protagonisti della fase più controversa della storia moderna del loro paese: un magistrato, un commissario ed un ingegnere, interpretati da attori del calibro di Alessio Boni, Alessandro Preziosi ed Emilio Solfrizzi, nella Trilogia Anni 70 targata Rai. La miniserie, molto attesa per la delicatezza del tema trattato, è adesso giunta in prossimità del primo ciak, previsto per inizio Settembre a Genova. Gli anni di piombo saranno rievocati attraverso tutte le tappe più drammatiche, a partire dalla strage di Piazza Fontana che segnò un punto di non ritorno per le lotte politiche e sociali nella nostra penisola. Terrorismo e violenza uccisero i sogni di un’intera generazione, deviando irreversibilmente il corso degli eventi dopo la grande illusione del ’68 e l’avanzata degli “opposti estremismi” nelle piazze sempre meno democratiche. In un quadro a tinte fosche, figure apparentemente “normali” come quella del giudice Sossi e del commissario Calabresi, assumono un’importanza straordinaria, rendendo evidente la tragedia di un’epoca “maledetta”, quando l’odio politico e la rabbia sociale minavano alle basi le fondamenta dello Stato e la stessa convivenza civile.

alessandro-preziosi-attore-italiano

Toccherà ad Alessandro Preziosi incarnare uno dei personaggi-simbolo degli anni di piombo, il magistrato ligure Mario Sossi, rapito e tenuto prigioniero per un mese dalle Brigate Rosse in quanto “nemico della classe operaia”, nell’ambito di un’operazione di assalto alle istituzioni nazionali portata avanti per diversi anni dalle frange più intransigenti del fronte extra-parlamentare di estrema sinistra. Prima ancora della nascita delle BR, furono le bombe come quella del 12 Dicembre 1969 alla Banca dell’Agricoltura di Milano a far piombare l’Italia nell’incubo della guerra civile: l’arresto e la morte dell’anarchico Pinelli, inizialmente accusato della strage, scatenarono un’infinita spirale di violenza, oltre alla morte del commissario Luigi Calabresi (altro soggetto della fiction Rai, interpretato da Emilio Solfrizzi).

Il cast della Trilogia Anni ’70 si avvarrà anche dell’apporto di Stefania Rocca, recentemente protagonista proprio insieme a Preziosi della fiction “Edda Ciano e il Comunista”, sempre su Rai Uno. Anche in questo caso la regia sarà affidata all’esperto Graziano Diana, sceneggiatore di svariate produzioni della Rai (“Ultimo”, “Lo zio d’America” e “La vita rubata”, per citare le più celebri). L’esperimento è ambizioso, ancor più della fortunata idea di “Raccontami”, altro lavoro di qualità rimasto nel cuore del pubblico più maturo della tv pubblica: se la memoria collettiva si riprendesse stabilmente lo spazio che merita, sarebbe un ottimo segnale, non solo in campo televisivo.

 

 

 

 

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *