Su La7 parte ‘Omnibus notte’: l’informazione in terza serata sfida ‘Linea notte’ di Rai3

By on agosto 27, 2012

text-align: center”>Omnibus Notte: parte stasera il nuovo appunatmento di la7

Su La7 le novità non finiscono mai: in attesa che tornino in onda i talk di approfondimento politico della rete, da L’Infedele di Gad Lerner a Piazzapulita di Corrado Formigli, fino alla novità di Servizio pubblico con il tanto atteso arrivo di Michele Santoro, a tenere accesa l’informazione anche d’estate ci pensa la redazione del Tg La7 diretto da Enrico Mentana. Il giornalista ha tenuto in vita un palinsesto estivo tradizionalmente scarno e poco interessante con il ciclo di pellicole d’autore Film Cronaca e si appresta a tornare con Bersaglio Mobile, il suo programma sull’attualità politica in prime time. E in terza serata debutta stasera un nuovo appuntamento con l’informazione: il tradizionale magazine mattutino Omnibus raddoppia e sbarca nella notte di La7, sotto la guida di un Enrico Mentana ormai pienamente ispirato.

Ad annunciarlo ieri, nel Tg delle 20 condotto da Gaia Tortora, sono stati gli stessi giornalisti della redazione di Omnibus: nuovo studio (in foto, ndr), nuova grafica, ma sostanzialmente la stessa ricetta che da anni caratterizza il programma di informazione di La7 e che proverà l’esperimento di una nuova fascia oraria. Non sarà un’alternativa alla precedente collocazione, perchè l’appuntamento mattutino resta ben saldo in palinsesto, ma un nuovo spazio di informazione composto da rubriche, servizi, dibattito con ospiti in studio e la rassegna stampa delle prime pagine dei giornali che saranno in edicola dopo poche ore. Nelle parole di Andrea Pancani e Alessandra Sardoni, che si alterneranno alla conduzione dell’edizione del mattino (a partire dalle 7:55), la nuova sfida di Omnibus notte (in onda dalle 23:50 per circa un’ora) vuole concentrare l’attenzione sull’analisi dei fatti salienti raccontati dal Tg, fornire un’analisi più approfondita alla luce delle notizie della giornata e proiettare lo spettatore verso gli scenari di quella successiva.

alessandra-sardoni

Il nuovo contenitore, infatti, proporrà al suo interno anche il telegiornale della notte e il TgLa7 Sport, e la conduzione sarà affidata a Edgardo Gulotta e Flavia Fratello. Una sorta di sfida al concorrente diretto Rai3, che con Linea Notte ha ormai un suo pubblico consolidato. D’altronde quello di Omnibus è sempre stato un progetto ambizioso: nel 2001, quando la rete venne lanciata tra mille peripezie, il programma rappresentava la vocazione All News di La7 e copriva l’intero palinsesto per circa otto ore al giorno. Poi nel 2003, quando l’offerta venne arricchita, Omnibus si trasformò nel programma mattutino che conosciamo e fu sostanzialmente il primo grande esperimento in grado di portare in tv il dibattito politico, con ospiti in studio, alle prime ore del mattino. Gli ascolti sorprendenti si assestarono ben presto su una media meno esaltante, ma la sfida fu comunque vinta. Ce la farà anche con l’edizione della notte?

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

2 Comments

  1. sl

    settembre 3, 2012 at 18:34

    Vocazione all news? Ma di dove ?Skytg24 e Rainews danno 4 volte la quantità di notizie che da la7. Come fa un canale che non ha neppure un corrispondente estero, ha pochi corrispondenti in Italia,ad avere una vocazione all news? ha giornalisti che ti fanno il servizio sullo spread e due servizi dopo la stessa voce ti parla di un attentato in un altro paese del mondo . A la7 la maggior parte delle notizie vanno a leggerle sui siti dei quotidiani,oppure le guardano su sky o Rainews e poi ti fanno il riassunto . La cronaca quasi non esiste. Gli esteri non parliamone. Il Terzo Mondo (curato non solo da sky e Rainews ma anche da Tg3Agenda del Mondo) non esiste.
    In più Paola Saluzzi a skytg24 pomeriggio in 2 ore spazia dalla politica interna italiana alle elezioni negli USA, dalla crisi rconomica alle città ecosostenibili, dai tumori alla mostra del cinema di Venezia.
    Oppure prendete Rainews: dà tutt le notizie di la7, ma poi cura gli esteri moltissimo, la cultura,il cinema etc..
    Nei talkhow di la 7 si parla sempre delle stesse cose, e per di più in maniera urlata e sguaiata, Paola Saluzzi li butterebbe fuori , non ha bisogno di aumentare l’audience in quel modo (lei punta sulla qualità) E poi Grillo viene fatto vedere tutte le sere al tg la 7 anke quando non c’entra assolutamente nulla. La7 dà spazio eccessivo alle beghe fra giornalisti e alla pubblicità dei propri programmi(all’interno del tg) e poi tralascia notizie importatni…altro che all news. Basta guardare un’ora di sky per capire che la7 non c’entra nulla con gli all-news, e non ha neppure questi elevati standard qualitativi ke si vanta di avere…

  2. giuseppe pietro

    settembre 22, 2012 at 00:55

    seguo assiduamente i vs. programmi.adesso sta diventando pesante perche non ci sono proposte drastiche.perche inserire mille controlii che ci costerano e non inasprire le condanne assimilando la disonesta dei politici e amici al reato di crimine o strage.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *