Bulgaria-Italia 2-2, la cronaca dell’incontro e le pagelle degli azzurri

By on settembre 8, 2012
Prandelli verso Brasile 2014

text-align: justify”>Prandelli verso Brasile 2014La Nazionale stecca la prima partita delle qualificazioni per Brasile 2014, ma porta a casa un prezioso punto. Più ombre che luci, nella prova degli azzurri a Sofia contro i bulgari di mister Penev, avversari ostici e ben organizzati come in parte era previsto. Tra le note positive, l’ottima prestazione del centravanti della Roma Pablo Daniel Osvaldo ed una certa capacità reattiva nei momenti difficili, arma di vitale importanza per prossime tappe di avvicinamento ai campionati mondiali. Duro dall’inizio il match (trasmesso in diretta, come tradizione vuole, da Rai Uno), con i padroni di casa inarrestabili e gli uomini di Prandelli piuttosto imballati, soprattutto a centrocampo.

Dopo una ventina di minuti di sofferenza, l’Italia arretra il baricentro e subisce l’arrembaggio di Popov (capitano) e compagni, pericolosi in più occasioni prima del meritato vantaggio di Manolev al minuto 30: un bel tiro dalla distanza sul quale Buffon può fare poco, anche per via del rimbalzo a mezzo metro dalla postazione del portiere. Alla sostanziale mancanza di idee e di movimenti senza palla in attacco per dettare i passaggi, si aggiunge la netta differenza di condizione atletica rispetto agli avversari ed il conseguente nervosismo di De Rossi e Bonucci, entrambi chiamati a limitare i danni nel cuore del gioco, sempre al limite del cartellino giallo.

osvaldo-titolare-in-azzurro

Esperienza e carattere salvano la squadra di Prandelli, capace di un doppio colpo da ko firmato Osvaldo, in gol al 36′ ed al 40′ con due guizzi degni di un fuoriclasse (pregevole il diagonale dell’1-1, a conclusione di un’azione corale), sebbene con la complicità di Ivanov nel secondo caso: azioni nate comunque da lampi di iniziativa dei centrocampisti, poco visibili in fase di costruzione per gran parte del primo tempo. Nessun contraccolpo per la Bulgaria, per nulla intimidita dal vantaggio azzurro, anche perchè sul rettangolo di gioco gli ex campioni del mondo sono ben lontani dagli standard di Euro 2012, come dimostra l’ininterrotto assalto alla porta difesa da Gigi Buffon, culminato nella rete del 2-2 di Milanov (sinistro a girare dopo un affondo da destra di un compagno, tuttavia in leggero offside). Fino all’ultimo minuto è battaglia, con l’Italia costretta peraltro a stringere i denti dal 79′ in poi per l’infortunio di Daniele De Rossi a cambi esauriti. La strada per arrivare alla qualificazione è ancora lunga, ma la migliore medicina di fronte a queste piccole battute d’arresto è la vittoria sul campo alla prima occasione utile: appena 4 giorni di pausa e poi ci sarà la sfida casalinga contro Malta, ma stavolta oltre al risultato servirà una prestazione convincente e magari tanti gol.

Le pagelle dell’Italia: Buffon 6 Maggio 5,5 Barzagli 6 Bonucci 5 Ogbonna 6 (Peluso 5,5) De Rossi 5,5 Pirlo 5 Giaccherini 5 Marchisio 5 Osvaldo 7,5 Giovinco 5 (Destro 5,5) – Prandelli 5

 

About Marco Franco

Il giornalismo come "cane da guardia" della democrazia, scrivere per diffondere idee e creare coscienza: queste sono le stelle polari che lo guidano. Studi classici, laurea in Giurisprudenza in arrivo, Marco non ha mai smesso di coltivare i suoi interessi, primo tra tutti la lettura. Libri, riviste e tanti quotidiani sempre al suo fianco, in una continua ricerca delle "verità scomode". Idealista, spesso "controcorrente" e attivo nel volontariato, ama la politica e l'informazione di antica scuola. Riccardo Iacona e Milena Gabanelli i punti di riferimento, per coraggio e professionalità dimostrati sul campo. Esperienza come web writer su diverse piattaforme e come redattore in bollettini d'informazione politica locale. Natura, sport e la musica rock le altre passioni, anzi il carburante per andare avanti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *