Cesare Mori-Il Prefetto di ferro: ecco cosa accadrà nella seconda puntata

By on settembre 16, 2012

text-align: center”>Vincent Perez è Cesare Mori

Cesare Mori: il Prefetto di ferro andrà in onda anche domani sera, lunedì 17 settembre, su Rai1. La miniserie è dedicata ad un grande personaggio del Novecento italiano, vero protagonista della lotta alla malavita siciliana, Cesare Mori.(QUI quello che è accaduto nella prima puntata)

Cesare Mori: il Prefetto di Ferro dovrà affrontare la seconda puntata dell’amatissima Squadra Antimafia 4. L’attore svizzero Vincent Perez, già visto in Italia in Lo scandalo della Banca Romana, veste i panni di Cesare Mori. Al suo fianco Anna Foglietta e Gabriella Pession. La Foglietta è Angelina moglie di Mori, la Pession è una giovane e attraente baronessa Elena Chiaromonte che affascina e non poco il Prefetto di ferro. Ad affiancare Mori nelle sue battaglie è Francesco Spanò(Adolfo Margiotta), vecchio collega e suo amico. La fiction è diretta da Giovanni Lepre ed è un coproduzione Rai Fiction e Artis.

Vediamo cosa accadrà nella seconda puntata(Spoiler):

 

I principali quotidiani si occupano della retata a Gangi di Mori e il prefetto diventa il simbolo della rinascita della Sicilia. I rapporti tra Cuccia e Don Virzì sono molto tesi, Mori allarga le sue operazioni a tutta la Sicilia. Angelina è tornata in Sicilia per trovare Saro, mentre la baronessa Chiaramonte fa  di tutto per conquistare il Prefetto ma lui si concentra solo sul suo lavoro investigativo, vuole arrivare all’emissario del regime fascista Levati. Don Virzì ferito, arriva in masseria, ha bisogno dell’aiuto di De Giorgi. Virzì lo minaccia e De Giorgi non ha alternative. Mori incontra Saro su una nave contenente un carico di droga, il ragazzo viene ferito in uno scontro. A Palermo Virzì per vendicarsi di De Giorgi, che intanto si era accordato con Cuccia per l’acquedotto, rapisce la baronessa Chiaromonte.

Una notte Don Virzì avvicina Mori offrendogli un accordo. Racconterà tutto e lascerà libera la baronessa ma in cambio Mori gli farà avere un trattamento speciale. Intanto Saro torna da Cuccia e da questi riceve l’ordine di uccidere il prefetto. Al momento giusto lo affronta ma non riesce a premere il grilletto, Mori fa per abbracciarlo, quando all’improvviso, un colpo di pistola, uccide Saro. E’ proprio Cuccia a sparare, il boss non si fidava più di lui, e lo ha seguito. Cuccia spara Mori, colpito, cade a terra ma riesce ad afferrare la pistola di Saro e spara a sua volta. Quando Spanò raggiunge Mori trova il boss in un lago di sangue ma è ancora vivo.  I giorni successivi, Mori scrive a Mussolini: le indagini questa volta sfiorano Roma, il governo stesso. E Mussolini decide di fare di testa sua. Costringe alle dimissioni De Giorgi, e trasferisce a Roma, dove lo aspetta un seggio da senatore, Cesare Mori: il Prefetto di ferro.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *