Corrado Formigli in apertura di Piazzapulita: “Le ipotesi del fuori onda concordato sono spazzatura”

By on settembre 14, 2012
Il conduttore di Piazzapulita Corrado Formigli

text-align: justify”>Il conduttore di Piazzapulita Corrado Formigli

Un Corrado Formigli contrito e piuttosto adirato ha iniziato stasera la seconda puntata di Piazzapulita ancora dedicata al caso Favia e il Movimento 5 Stelle chiarendo con i propri telespettatori la situazione all’indomani delle polemiche che hanno accompagnato il fuori onda del Consigliere dell’Emilia Romagna. Dopo aver mandato in onda uno stralcio dell’intervista di Giovanni Favia a Otto e Mezzo, Formigli avrebbe voluto trasmettere di nuovo il fuori onda del consigliere ascoltato la scorsa puntata a Piazzapulita ma per ragioni che ha spiegato in trasmissione ha preferito evitare.

Giovanni Favia mi ha chiesto di togliere questo fuorionda in una telefonata drammatica. Quindi stasera non lo manderemo in onda” ha chiarito Formigli che ha raccontato a Piazzapulita ( e le ha anche lette in diretta) delle minacce di morte ai danni del consigliere sulla sua pagina di Facebook che lo hanno spinto a chiamare la trasmissione per evitare ulteriori attacchi a suo carico. E Formigli, visibilmente arrabbiato, ha sentenziato che “le ipotesi che il fuorionda fosse concordato sono solo spazzatura!”

corrado-formigli-piazzapulita

Ha poi spiegato le motivazioni che hanno indotto a mandare in onda il servizio: “L’abbiamo pubblicato perché pensiamo che gli elettori italiani abbiano il diritto di conoscere uno degli aspetti di un movimento che si presenterà alle elezioni, così come lo abbiamo fatto per il Pd e gli scandali della Lega”: uno sfogo più che una spiegazione quella di Formigli che ha aperto la trasmissione presentando gli ospiti in studio tra cui Valentino Tavolazzi,  il consigliere espulso del Movimento 5 stelle.

E mentre contemporaneamente sul web, dal blog di Beppe Grillo veniva lanciato un comunicato del Movimento in cui i consiglieri chiarivano che gli ospiti di Piazzapulita avrebbero parlato soltanto a proprio nome e non a nome del Movimento, si è aperta la trasmissione con tanti spunti di interesse, principalmente un servizio da Berlino con i Piraten Tedeschi: “Per noi il paragone con Grillo è piuttosto infelice – hanno detto alcuni esponenti dei Piraten – Noi non abbiamo una figura centralizzata ma una democrazia liquida. Se pensiamo che dietro Grillo c’è una società di comunicazione, questo per noi è inammissibile”. Dunque anche i Piraten, coloro a cui si ispirerebbe il Movimento 5 Stelle guarderebbero con diffidenza il Movimento di Grillo, e proprio su questa linea è andato avanti il dibattito in studio.

Spunti di riflessione importanti, come quelli forniti da Carlo Freccero, Peter Gomez e Oliviero Toscani tra gli ospiti della trasmissione, che hanno analizzato ulteriormente il fenomeno con un messaggio finale di Corrado Formigli, visibilmente più rilassato, in conclusione: “Non ci sono grillini e antigrillini e complotti qui in trasmissione ma una squadra di giornalisti che si appassiona al fenomeno perché anche a noi piace da morire fare il nostro lavoro”.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

One Comment

  1. GIPO

    settembre 14, 2012 at 14:56

    …MI SPIACE, MA IERI SERA HO VISTO UN FORMIGLI IMBRIGLIATO DALLE SUE IDEE PARTITICHE CHE GLI IMPEDIVANO DI CAPIRE QUELLO CHE CERTI OSPITI DICEVANO E DI POTER CONDURRE LA TRASMISSIONE IN MODO NEUTRALE COSI COME LA GRUBER……….CI TOCCHERA’ EVITARE ANCHE LA7 ???

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *